Nativi Democratici, scendono in campo i giovani per Renzi

Focus

Già oltre 700 giovani militanti, iscritti, amministratori ed elettori PD hanno firmato l’appello dei “Nativi Democratici”, la rete nata a sostegno di Matteo Renzi nella corsa alla segreteria del PD. Ecco il testo dell’appello che può essere sottoscritto sul sito www.natividemocratici.it


 

Il Partito democratico è la nostra casa: a questo progetto ci siamo appassionati e nella sua comunità siamo cresciuti. Siamo giovani militanti, iscritti, elettori del PD: molti di noi sono nati dopo la caduta del muro di Berlino e stanno diventando adulti in questa società liquida.

Abbiamo percorsi differenti, ma siamo nativi democratici e abbiamo deciso di sostenere la candidatura di Matteo Renzi a Segretario del PD.

Crediamo in un partito progressista e di governo. Ci riconosciamo in una sinistra lungimirante e capace di guidare i cambiamenti in una realtà sempre più complessa. Il Partito democratico è, per noi, l’unica forza in grado di affrontare le grandi questioni irrisolte del nostro Paese. L’Italia è, oggi, ancora ostaggio di monopoli e corporativismi, di ingiustizie e diritti acquisiti, di un preoccupante declino demografico, di un analfabetismo funzionale tra i più alti al mondo, della mancanza di senso civico e, più in generale, di un’assenza di prospettive che spinge molti nostri coetanei a cercare un futuro all’estero.

In questi anni abbiamo avuto modo di condividere alcune importanti scelte fatte dalla Segreteria del partito, come quella di aderire alla famiglia dei socialisti europei, di rilanciare le Feste dell’Unità su tutto il territorio nazionale e di tornare a investire sulla formazione delle nuove generazioni.

Non si può però fare un bilancio su questa fase politica, tralasciando che il Segretario del partito ha svolto quasi tutto il suo mandato, ricoprendo anche l’incarico di Presidente del Consiglio: una coincidenza di ruoli che costituisce uno degli elementi fondanti del progetto del PD, tale da determinare l’allargamento agli elettori della platea congressuale. L’esperienza del governo Renzi, nel complesso, ha lasciato un Paese migliore con la legge contro il caporalato, le unioni civili, l’abbassamento delle tasse sul lavoro, investimenti sulla scuola, il “dopo di noi”, alcune misure di contrasto alla povertà, numerosi provvedimenti in materia di giustizia, la legge sulla cooperazione internazionale e molto altro ancora, a partire dal coraggioso tentativo di modernizzare la nostra architettura istituzionale. Non tutto è stato perfetto, ma tanto è stato fatto nella difficilissima condizione di una alleanza forzata con un pezzo di centrodestra, dovuta alla mancata vittoria alle ultime elezioni politiche.

Riteniamo che, per diventare ancor più incisivo nelle prossime sfide, il Partito democratico debba saper apprendere dagli errori commessi: vogliamo, infatti, un segretario che riesca a coniugare una forte leadership con un percorso collettivo. Occorre realizzare un partito nuovo, aperto e meglio radicato sul territorio, attraverso un ripensamento del ruolo dei circoli, la restituzione di valore alla militanza, il coinvolgimento continuo di iscritti ed elettori, una incisiva riforma della dimensione organizzativa.

Vogliamo un segretario che sappia guardare al futuro, sostenendo un europeismo senza complessi, combattendo per una vera equità tra le generazioni, proiettando in avanti il PD senza smarrire le nostre radici politiche e culturali.

La sfida che abbiamo davanti è ancora la più avvincente e difficile di tutte: costruire una società più giusta con i mattoni della libertà, dell’eguaglianza e della solidarietà. Per vincerla servono una comunità coesa e una guida riconosciuta: per tutte queste ragioni come nativi democratici abbiamo deciso di metterci in cammino e sostenere la candidatura di Matteo Renzi a Segretario nazionale del Partito democratico.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli