L’assunzione dei navigator spetta alle Regioni, ma Di Maio vuole scegliere a Roma

Focus

Le Regioni sul piede di guerra: assumere spetta a noi e va fatto per concorso pubblico. Di Maio vorrebbe che a farlo fosse Anpal aggirando così la legge

Le regioni sono sul piede di guerra. Motivo dello scontro con il governo? I navigator. La figura, ormai quasi mitologica, introdotta da Di Maio con il Reddito di Cittadinanza, rischia di produrre ricorsi a valanga alla Corte costituzionale. Il motivo? Sono le regioni ad avere la competenza sui servizi per il lavoro.

Una grana per Luigi Di Maio

Il vicepremier, nel suo rincorrere promesse elettorali e propaganda, ha dimenticato di leggere la parte di Costituzione che riguarda le regioni. Sì proprio quella parte che aveva “difeso a spada tratta” quando si oppose alla riforma costituzionale bocciata il 4 dicembre 2016 dal referendum.

L’articolo 117 parla chiaro e il lavoro è una di quelle materie di legislazione concorrente tra stato e regioni. E nella Costituzione c’è scritto chiaramente: “Nelle materie di legislazione concorrente spetta alle Regioni la potestà legislativa, salvo che per la determinazione dei princìpi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato“. In altre parole la scelta dei Navigator, secondo questo principio spetta alle regioni, ed è a questo che si appellano i governatori. Appello che si scontra contro il muro Di Maio.

Il vicepremier vorrebbe che entro le elezioni Europee tutti gli operatori fossero al loro posto (bandierina elettorale da brandire) e quindi preferisce che a sceglierli sia Anpal Servizi Spa che non ha obbligo di concorso (è una società in house di diritto privato controllata da Anpal) e può limitarsi a selezioni per titoli e colloqui. Mentre le regioni dovrebbero ricorrere a concorsi pubblici, come stabilisce la legge.

Dunque serve un accordo Stato-Regioni, ma i problemi potrebbero non finire anche nel caso ci fosse. Il timore delle regioni, al di là della scelta e dei possibili ricorsi (La sentenza 3314 della Cassazione, pubblicata il 5 febbraio scorso, ribadisce che nella pubblica amministrazione si entra solo per concorso) è il dopo. Quando tra 2 anni il contratto scadrà (sono stati stanziati 500
milioni per 6 mila co.co.co. biennali)  chi li assumerà e con quali soldi? Senza contare che già gran parte del personale di Anpal è precario.

Tutto rischia di slittare, anche se si cercano scorciatoie per convincere le regioni e allo stesso tempo per aggirare la legge.

Grieco: “Illegittimo selezionare a Roma i candidati”

Cristina Grieco, assessore al Lavoro della Toscana e coordinatrice di tutti gli assessori regionali al Lavoro, ribadisce l’illegittimità della selezione in capo a Roma. Intervistata da Repubblica la Grieco rilancia: “Siamo pronti ad assumere noi i 6 mila navigator. Dateci le risorse e faremo i concorsi in 6 mesi“. Ma il problema per il governo è appunto quello, tra sei mesi le elezioni Europee saranno già passate e quindi nessuna propaganda.  E sottolinea che i “navigator saranno lavoratori precari, collaboratori. E in quanto tali discriminati rispetto agli altri operatori. Un dualismo inaccettabile. Il governo però ci ha assicurato che i soldi per stabilizzare i 6 mila ci sono. Così pure per gli altri1.600 – per i quali ancora non possiamo fare i concorsi – anche loro con contratti biennali coperti da fondi europei. Promesse per ora scritte sull’acqua“.

Il rischio è che le regioni tra due anni, nel caso in cui accettino le volontà del governo, si ritrovino con una valanga di ricorsi. L’assessore al Lavoro della Toscana ribadisce che le regioni sono intenzionate ad “assumere tutti per concorso – i 6 mila navigator, i 4 mila della legge di bilancio, i 1.600 coperti da fondi Ue – ma con i nostri criteri. Senza creare dualismi né tra operatori né tra utenti. Senza pensare poi a tutte le altre misure da mandare avanti, come garanzia giovani“.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli