Una nuova maggioranza mette sotto Salvini, i tempi si allungano

Focus

Il capo leghista accetta di votare la riforma Fraccaro. Massima incertezza

L’aula del Senato ha confermato la decisione presa a maggioranza dalla conferenza dei capigruppo e dunque Conte sarà in aula il 20 alle 15.

Si è formata una nuova maggioranza Pd-M5S-LeU-autonomie che ha bocciato le mozioni del centrodestra.

Nel dibattito, Salvini, in un intervento pieno di polemiche è molto contestato dal Pd, ha accettato la proposta del M5S di approvare la legge sulla riduzione dei parlamentari andando subito dopo al voto: una idea tutta da verificare perchè se passasse la legge Fraccaro l’appuntamento con le urne non sarebbe possibile prima della primavera inoltrata del 2020.

Di Maio ha osservato che la Lega ha fatto una mossa positiva ma ha ribadito di non capire il perché della crisi di governo.

La situazione resta dunque molto confusa. Con l’unico dato certo che oggi si è formata una nuova maggioranza è con la prospettiva di un allungamento dei tempi della crisi.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli