Olimpiadi, i campioni delle bugie

Focus

Olimpiadi: può essere un esercizio interessante scoprire, o meglio: riscoprire, cosa avevano detto ieri quegli stessi che festeggiano oggi.

È una vittoria italiana, l’assegnazione delle Olimpiadi invernali del 2026 a Milano-Cortina, una vittoria che non si misura sulla base delle appartenenze politiche o territoriali.

Milano vince con Cortina la corsa per le Olimpiadi Invernali 2026, un risultato straordinario che premia il guardare avanti di tanti cittadini. Grazie di cuore a tutti i 14.385 firmatari dell’appello che abbiamo lanciato con HoSceltoMilano per sostenere questa sfida. E grazie anche alle Istituzioni che ci hanno creduto, lavorando con impegno per un obiettivo comune. Adesso, tutti pronti per fare di questi Giochi un’esperienza indimenticabile“. A scriverlo è il deputato del Pd Mattia Mor che si era fatto promotore di una raccolta di firme per sostenere la candidatura ai giochi olimpici, cui hanno aderito in tanti, da Matteo Renzi a Roberto Maroni, da Fiona May a Carlo Calenda, da Fedele Confalonieri a Brunello Cucinelli.

Il segretario Pd Nicola Zingaretti ha sottolineato come questa sfida sia anche una opportunità: “Grande notizia le #Olimpiadi2026 a #MilanoCortina. Tutto il sostegno possibile a questa importante sfida che sarà anche un’opportunità di sviluppo e di crescita. Complimenti all’Italia”.
Su Twitter anche il senatore dem Ernesto Magorno: “Ce l’abbiamo fatta! L’assegnazione delle Olimpiadi del 2026 all’Italia è una grande gioia, un risultato che premia tutti gli italiani”, mentre un altro sentaore Pd, il milanese Franco Mirabelli commenta: “Le Olimpiadi a Milano e Cortina sono un grande successo per l’Italia che si deve alla grande credibilità internazionale che si è conquistata Milano nel mondo e alla testa dura di Beppe Sala e dei Presidenti di Lombardia e Veneto. Ora speriamo che anche il Governo metta tutte le risorse necessarie per non perdere questa straordinaria opportunità”.

Cosa avevano sulle Olimpiadi Lega e 5 Stelle

In generale, la linea è quella dei festeggiamenti. Ma può essere un esercizio interessante scoprire, o meglio: riscoprire, cosa avevano detto ieri quegli stessi che festeggiano oggi.
Il partito del ‘no’ alle olimpiadi e ai grandi eventi sportivi lo colleghiamo immediatamente alla forza politica che si è specializzata sul no a tutto: il Movimento 5 Stelle. E in effetti come non ricordare Virginia Raggi, la sindaca che ha negato a Roma la possibilità di ospitare le Olimpiadi estive del 2024, ritirando, nel 2016, la candidatura della capitale?

Anche l’altra prima cittadina pentastellata, la sindaca di Torino Chiara Appendino, non si era comportata in modo diverso. Di fronte alla potenzialità di candidarsi alle olimpiadi del 2026 insieme a Milano e Cortina, aveva scartato decisamente tale opportunità. Oggi avrebbe vinto e festeggerebbe la decisione del Comitato Olimpico internazionale, ma forse le importa poco. Importa di più al governatore del Piemonte, il leghista Alberto Cirio che all’Appendino non le manda a dire: “Avremmo potuto e dovuto essere a Losanna a festeggiare. – dichiara oggi al quotidiano torinese La Stampa – La nostra presenza, con l’eredità del 2006, avrebbe dato più forza alla candidatura italiana e invece eccoci qua: loro festeggiano, noi siamo davanti alla tv. Fa rabbia”. Gli chiede il giornalista: Che cosa imputa al suo predecessore Chiamparino e alla sindaca Appendino? E Cirio: “Chiamparino credo abbia fatto quello che poteva, ma alla fine le Olimpiadi sono legate al nome della città, non al territorio. Appendino invece non le ha volute: ha abbandonato un progetto che avrebbe garantito opportunità al territorio. Credo abbia avuto un atteggiamento pregiudiziale”.

Di Maio: non metteremo un euro sulle Olimpadi

Naturalmente Appendino e Raggi sono in ottima compagnia. Anche il leader e vicepremier Luigi Di Maio è un convinto oppositore delle olimpiadi. Primo ottobre 2018, parlando coi giornalist, Di Maio è netto: “Chi vuole fare le Olimpiadi se le paga da solo”.
E ancora, con sicumera e decisione: “Il governo scriverà una lettera dicendo: va bene, ma noi come governo centrale non ci mettiamo 1 euro, sia in costi diretti sia in costi indiretti”.
Smentito su tutta la linea dai fatti: sapete quanto ci metterà il governo? 400 milioni di euro. E altrettanti milioni verseranno le regioni Lombardia e Veneto, mentre il Cio contribuirà con circa un miliardo di euro che destinerà al comitato organizzatore. Secondo l’Università Bocconi i ricavi delle Olimpiadi invernali saranno di circa 3 miliardi di euro.

Oggi Di Maio è un fervente estimatore delle Olimpiadi: “Potremo vedere da vicino i nostri campioni, ammirare la fiaccola accesa. Lo sport è una cosa straordinaria. Ed oggi è una giornata importante, proprio perché ha vinto lo sport, la sua purezza e l’entusiasmo di un intero Paese”.

Salvini, anni contro le Olimpiadi. Oggi esulta per i posti di lavoro

C’è dell’altro. E lo rimarca oggi Matteo Renzi su Facebook: “L’Italia ha vinto. Tutto il resto non conta. Questo Paese è forte, più forte di chi lo attacca con polemiche meschine. Oggi leggo che sulle Olimpiadi tutti hanno cambiato idea. Bene. Salvini attaccava il ‘fenomeno fiorentino’ che voleva le Olimpiadi: ora è il primo a esultare, ma ormai conosciamo il suo modo di fare. Lui non ha idee: le cambia sulla base della convenienza del momento”.

Salvini ha una lunga serie di tweet e post contro le Olimpiadi: “No alle Olimpiadi Romane, prima scelta giusta del Governo che ha dato retta alla Lega” (14 febbraio 2012), “Renzi propone Olimpiadi a Roma nel 2024. Per me è FOLLIA, sarebbe Olimpiade di Sprechi” (15 dicembre 2014), “Gente che in tutta Italia aspetta una casa e un lavoro da anni. E Renzi pensa di fare le OLIMPIADI. Ricoverateloooooo” (21 dicembre 2014), “Qualche settimana fa ricordo Renzi e Marino che presentano Roma come città olimpica. Mi viene da ridere” (8 ottobre 2015).

E oggi? Oggi Salvini urla viva le olimpiadi ed esulta per gli “almeno 20.000 posti di lavoro creati, tanti investimenti e 5 miliardi di euro di valore aggiunto per l’Italia”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli