Onestà onestà. Arrestato De Vito, uomo forte M5s di Roma

Focus

Il presidente dell’Assemblea capitolina avrebbe favorito il costruttore Parnasi per la costruzione del nuovo stadio

“Va beh, ma distribuiamoceli questi”. Marcello De Vito voleva incassare subito i soldi arrivati dal gruppo Toti e dall’immobiliarista Statuto. E’ quanto emerge da una intercettazione telefonica che compare nell’ordinanza del gip Maria Paola Tomaselli.  Quel denaro – secondo gli inquirenti – finivano alla società Mdl, il cui titolare di fatto era l’avvocato Camillo Mezzacapo.

Per il giudice Tomaselli, questa conversazione è “illuminante” perchè chiarisce “in modo inequivocabile il patto scellerato che lega De Vito a Mezzacapo, dando chiara dimostrazione di come le somme confluite nella società Mdl, formalmente riconducibili solo al secondo, siano invece anche del pubblico ufficiale che appare, peraltro, impaziente di entrarne in possesso”.

L’inchiesta è quella sulla costruzione dello stadio della Roma, in cui sono già stati coinvolti il costruttore Luca Parnasi e l’avvocato Luca Lanzalone, prima consulente dei Comuni di Livorno e Roma e poi presidente dell’Acea. Proprio da Parnasi, secondo l’ipotesi accusatoria, De Vito avrebbe ricevuto “elargizioni”. In cambio avrebbe  favorito il progetto del nuovo maxi-impianto sportivo.

Per questi motivi il rivale politico di Virginia Raggi, poi diventato presidente dell’Assemblea capitolina è stato arrestato dai carabinieri. 

“Accuse gravissime”, ha commentato il presidente dell’Antimafia Nicola Morra, anche egli pentastellato. A commentare la bomba in casa cinquestelle è anche la sponsor politica di De Vito, Roberta Lombardi: “Gravissime le accuse che hanno portato all’arresto di Marcello #DeVito. Ripongo la massima fiducia nel lavoro della magistratura con l’auspicio che si faccia chiarezza al più presto su questa inquietante vicenda. L’onestà deve essere sempre la nostra stella polare”. E pare ci sia dell’altro: l’indagine riguarda anche la costruzione di un albergo a Trastevere e la riqualificazione di un’area degli ex Mercati generali di Roma Ostiense.

Ma De Vito non è l’unico coinvolto. Nell’inchiesta sullo stadio quello di De Vito èil secondo arresto eccellente per il Campidoglio, dopo quello dell’avvocato Luca Lanzalone già presidente di Acea e superconsulente del comune. Ora ‘ finito in carcere anche l’avvocato Camillo Mezzacapo, che avrebbe ricevuto incarichi professionali su segnalazione dello stesso De Vito, mentre sono stati disposti gli arresti domiciliari per l’architetto Fortunato Pititto, legato al gruppo imprenditoriale della famiglia Statuto, e l’imprenditore Gianluca Bardelli.

A commentare la vicenda anche il Pd. Il neo coordinatore della Comunicazione dem Marco Miccoli è garantista senza se e senza ma: “Non abbiamo nulla da dichiarare sulla vicenda giudiziaria che riguarda il presidente del consiglio comunale di Roma, Marcello De Vito. Fiducia nella magistratura. Se daremo un giudizio, lo daremo alla fine dell’iter processuale. Lo dico a 5Stelle: noi siamo garantisti sempre. Non a secondo delle convenienze e delle persone che vengono indagate”.

Il colpo più feroce paradossalmente arriva proprio da Luigi Di Maio, vicepremier e capo politico del Movimento 5 stelle. “Marcello De Vito è fuori dal Movimento 5 Stelle. Mi assumo io la responsabilità di questa decisione, come capo politico, e l’ho già comunicata ai probiviri”.

Stessa linea anche per la sindaca Raggi: “Nessuno sconto. A Roma non c’è spazio per la corruzione. Chi ha sbagliato non avrà alcuno sconto da parte di questa amministrazione. La notizia dell’arresto di Marcello De Vito è gravissima: ho piena fiducia nella magistratura e nel lavoro dei giudici”.

Ma la presa di posizione da parte dei vertici romani e nazionali non placa le polemiche.  “I romani non meritano questo indegno spettacolo – affermano il capogruppo del Pd in Assemblea Capitolina Giulio Pelonzi e il segretario romano del Pd Andrea Casu -chiediamo da mesi alla Sindaca Raggi di dimettersi al più presto, non per le inchieste giudiziarie ma per il totale fallimento politico e amministrativo”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli