Incontro Pd-M5s, clima positivo. Si va avanti

Focus
Montecitorio, pd, 5 stelle

Non ci sono ostacoli insormontabili: questo il commento delle delegazioni. Ora al lavoro per preparare il summit finale Zingaretti-Di Maio.

Il clima che si è delineato nel corso dell’incontro con M5s è stato costruttivo e il giudizio è positivo. Non vediamo ostacoli insormontabili“: è stato questo il commento del capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, al termine del faccia a faccia Dem – Cinquestelle di oggi pomeriggio, durato circa due ore.

La delegazione Pd, oltre che da Marcucci, era composta dal capogruppo dei deputati Graziano Delrio e dal vicesegretario del partito Andrea Orlando. Anche quest’ultimo ha dato una lettura positiva dell’incontro, rimarcando come quella con il Movimento 5Stelle “è una interlocuzione possibile per il proseguo della legislatura“.

Abbiamo posto come precondizione il tema di scogliere ogni tipo di ambiguità – ha spiegato Orlandonon esistono impercorribilità nella definizione dell’agenda, ma prima di entrare nei dettagli c’è bisogno di sciogliere questo nodo politico“.
Secondo Delrioc’è comunque ampia convergenza sull’agenda verde, che i due partiti hanno entrambi sottoposto. Mi sembra ci sia una ampia convergenza di propositi“.
Abbiamo analizzato i 15 punti – ha aggiunto Delrio, facendo riferimento ai 5 punti proposti dal Pd e ai 10 messi sul tavolo dai pentastellati – c’è ampia convergenza sui temi ambientali e sociali e c’è un impegno serio sulla manovra di bilancio. C’è una certa sintonia su molti temi e sulla legge di bilancio c’è un lavoro molto serio che va fatto“.

Il Pd ha chiesto, però, che i Cinquestelle si limitino a trattare con i dem. “Non abbiamo tavoli con altre forze politiche“, hanno fatto sapere i pentastellati che hanno parlato che di clima costruttivo e hanno precisato: “Dal taglio dei parlamentari dipende tutto il dialogo sul resto”.

Nuovi incontri Pd – 5 Stelle

Sin dalle prossime ore, i due partiti prepareranno i dossier su tutti i temi trattati in questo incontro. In particolare, sono previsti incontri a livello dei capigruppo di Camera e Senato e dei capigruppo delle varie commissioni parlamentari. Saranno quindi giornate fitte di confronto sui singoli e vari temi, per entrare nel dettaglio e nel merito dei 10 punti pentastellati e dei 5 dem.
Tutto questo servirà per preparare il terreno al successivo faccia a faccia, quello tra i leader delle due forze politiche.

A questo proposito, il capogruppo M5s al Senato, Stefano Patuanelli, ha lasciato intendere che la data dell’incontro tra Nicola Zingaretti e Luigi Di Maio non è stata ancora ufficialmente fissata, ma è probabile che i due leader si incontrino solo ad accordo concluso, forse martedì prima delle nuove consultazioni al Quirinale.

All’interno dei 5 Stelle, comunque, c’è chi rema contro, ma fonti interne al Movimento sembrano garantire che la stragrande maggioranza dei parlamentari è convinta ad andare avanti nella trattativa con il Pd. Chi, invece, non sembra rassegnato è Alessandro Di Battista, che su Facebook ha scritto: “Ho visto nuove aperture della Lega al Movimento e mi sembra una buona cosa. Soprattutto perché non mi dispiacerebbe un Presidente del Consiglio del Movimento 5 Stelle“.

Pd al lavoro

Intanto, il coordinatore della segreteria nazionale PD Andrea Martella, ha comunicato che già da domenica pomeriggio si riuniranno i tavoli di lavoro per il programma del governo, e questo significa un ulteriore e sostanziale passo avanti.

I tavoli – spiega – saranno sei e verranno coordinati dai membri della segreteria con la partecipazione dei capigruppo del Partito democratico nelle rispettive commissioni di Camera e Senato“. Ai tavoli saranno, inoltre, chiamate le componenti parlamentari del Pd.

Il tavolo sulle regole, con i capigruppo delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia, sarà coordinato da Andrea Giorgis. Il tavolo sull’Europa, con i capigruppo delle commissioni Esteri e Affari europei, sarà coordinato da Enzo Amendola. Il tavolo sullo sviluppo sostenibile, con i capigruppo delle commissioni Attività produttive e Ambiente, sarà coordinato da Chiara Braga. Il tavolo sull’economia, con i capigruppo delle commissioni Bilancio, sarà coordinato da Antonio Misiani. Il tavolo su lavoro e welfare, con i capigruppo delle commissioni Lavoro e Affari sociali, sarà coordinato da Peppe Provenzano. Il tavolo su sapere e ricerca, con i capigruppo delle commissioni scuola e cultura, sarà coordinato da Camilla Sgambato.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli