Il modello Abruzzo funzione. Martina e Zingaretti: “Continuiamo su questa strada”

Focus

La coalizione di centrosinistra ha ottenuto il 31,3% dei voti, un buon risultato che migliora di molto la prestazione delle politiche del 4 marzo

Le elezioni abruzzesi hanno mostrato una risalita del centrosinistra. La partita era quasi impossibile, ma con una coalizione unita e con la guida di Giovanni Legnini si è riusciti a raggiungere il 31,3% staccando nettamente il M5s.

Un punto da cui ripartire, come sottolinea lo stesso Legnini: “Penso che il centrosinistra in Italia debba riaprire un canale di partecipazione, debba tendere verso un modello coalizionale aperto e largo come abbiamo fatto qui conseguendo un risultato molto superiore a 11 mesi fa, non sufficiente per vincere ma ciò era abbastanza prevedibile”.

Molti dirigenti del partito democratico hanno voluto ringraziare il candidato per l’impegno profuso. Nicola Zingaretti parla di una battaglia “combattuta con una grandissima intelligenza per risalire la china di un risultato e di una condizione catastrofica”.

Dello stesso parere Maurizio Martina per cui “la strada è giusta ed ora occorre insistere ovunque per preparare un Pd capace di fare bene questo lavoro aperto e unitario”.

Roberto Giachetti invece si concentra sulla violazione del silenzio elettorale da parte di Salvini: “Il ministro dell’Interno ha violato per ben tre volte il silenzio elettorale imposto dalla legge. Già che sia violato è grave, che a farlo sia il ministro dell’Interno che dovrebbe garantire la legge è ancora più grave”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli