Oggi il Pd a Sant’Anna contro il fascismo e la xenofobia. A testa alta – VIDEO

Focus

Saremo al fianco di Anpi il 24 febbraio prossimo alla manifestazione nazionale promossa a Roma

In diretta da Sant'Anna di Stazzema

Publicerat av Matteo Renzi den 15 februari 2018

Stamattina il Partito Democratico si ritrova a Sant’Anna di Stazzema. Ci saremo con tante ragazze e tanti ragazzi. Ci saremo per testimoniare ancora una volta i valori che ci muovono e per cui ci impegniamo oggi più di ieri.

I tragici fatti di Macerata e i tanti episodi accaduti purtroppo nel paese fanno emergere rigurgiti xenofobi e razzisti che dobbiamo contrastare con il massimo impegno. Il primo dovere è quello della memoria. Per questo Sant’Anna di Stazzema per noi tutti rappresenta una tappa centrale, da vivere in particolare con le nuove generazioni, aderendo all’anagrafe antifascista che Matteo Salvini in questi giorni ha invece deriso vergognosamente.

Il secondo impegno è quello della cittadinanza. Per contrastare ogni forma di sottovalutazione della spirale xenofoba che si respira in tutta Europa. E per promuovere nel Paese una nuova consapevolezza rispetto a questi rischi. A Macerata un neofascista ha sparato a sei ragazzi di colore e alla sede del PD. Questo gesto tragico ha messo drammaticamente in luce ancora il destino che lega la nostra comunità politica e la battaglia democratica che dobbiamo vincere. Siamo essenziali per il Paese in questo sforzo. Dobbiamo esserne all’altezza, muovendoci con determinazione, serietà e responsabilità.

Questo è il tempo della paura e della chiusura per tutto ciò che è diverso. È il tempo dei mercenari elettorali che vorrebbero andare all’incasso del consenso solo infuocando il confronto con i falò della propaganda e delle strumentalizzazioni. A noi tocca il compito di una reazione popolare consapevole. Che non sottovaluti ansie e paure e che sia in grado di cogliere il problema che si genera nel disagio sociale. Per questo la nostra reazione deve essere capace di proporre una forte alternativa culturale, sociale e politica alla deriva estremista. In fondo anche nelle azioni di governo di questi anni ci siamo mossi lungo questa strada.

Quando abbiamo lavorato sulla cultura, sull’educazione e sulla scuola. Quando abbiamo lavorato sulle periferie e sul sociale. Quando abbiamo detto e praticato il messaggio “un euro in sicurezza, un euro in cultura”. Non abbiamo ancora vinto questa battaglia. È una sfida difficile. Ma è la nostra sfida. Ecco perché dobbiamo continuare e insistere.

Per questo saremo al fianco di Anpi il 24 febbraio prossimo alla manifestazione nazionale promossa a Roma. Per questo saremo a Sant’Anna di Stazzema domani. Per questo lavoriamo per essere il 4 marzo il partito del cambiamento consapevole, l’unica alternativa possibile alla destra estremista e alla deriva grillina. Per un’Italia più forte e più giusta. Dove neofascismo, razzismo e intolleranza non trovino posto.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli