Periferie, Boldrini visita Tor Bella Monaca: “Sono qui per abbattere gli stereotipi”

Focus

La presidente della Camera ha visitato il quartiere Tor Bella Monaca di Roma: “Il senso della mia visita è valorizzare quanto di positivo c’è nel quartiere”

La presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, si è recata oggi nel quartiere romano di Tor Bella Monaca nella zona est della Capitale. Un quartiere complesso con problematiche di tipo sociale ed economico in cui vivono circa 40 mila persone.

La presidente ha incontrato la responsabile dell’associazione TorPiùBella, Tiziana Ronzio, la cui sede si trova in un edificio in parte riqualificato dai suoi abitanti, che ne hanno ripristinato il portone e rimosso cumuli di rifiuti, depositati negli anni nei garage. “Il senso della mia visita è valorizzare quanto di positivo c’è nel quartiere al di là delle cronache negative – ha detto la presidente Boldrini -. Se le istituzioni rafforzano le persone, che sui territori dedicano il proprio tempo al benessere collettivo, allora si crea un’aggregazione positiva”.

“Da un anno e mezzo vado in giro per le periferie delle grandi città perché è importante che la politica lo faccia – ha aggiunto Boldrini -, se le periferie vengono lasciate a loro stesse non bisogna meravigliarsi che le persone si allontanino dalle istituzioni: va riallacciato il rapporto”.

La visita di oggi a Tor Bella Monaca è proseguita presso l’alloggio popolare alle “Torri” della famiglia di un giovane tetraplegico dalla nascita, che vive in condizioni di estrema indigenza. “Farò tutto il possibile con l’amministrazione per questo ragazzo disabile – ha aggiunto – sono qui per parlare delle periferie e qui non ci sono le condizioni per vivere in modo normale: serve un’alleanza tra cittadini e istituzioni”.

Vedi anche

Altri articoli