Rinvio dell’obbligo, oltre 10mila firme per la petizione del Pd

Focus

È possibile firmare l’appello online e alle Feste de l’Unità

Raggiunta la soglia delle 10mila adesioni in pochi giorni alla petizione online lanciata dal Pd contro il rinvio di un anno dell’obbligo vaccinale approvato all’interno del Milleproroghe. Con l’iniziativa il partito ha raccolto l’appello “Io Vaccino” delle mamme dei bambini immunosoppressi e chiede un passo indietro da parte di governo e maggioranza sulla questione.

La vicenda vaccini

Lega e M5S vanno avanti sullo “svuotamento” della legge Lorenzin sui vaccini, nonostante da più parti (Istituto superiore di sanità e mondo medico) si consigli di riflettere prima di prendere una decisione di questo tipo. Ma per portare avanti la propaganda no vax ora si rischia il caos. E tanti sui social si sentono persino liberi di insultare e minacciare chi porta avanti la campagna a favore delle vaccinazioni come l’immunologo Roberto Burioni che è stato oggetto di un sinistro fotomontaggio su Twitter: in un’immagine postata sul social network il medico appare imbavagliato davanti alla bandiera delle Brigate Rosse.

Per arginare il rischio molti presidenti di Regioni sono pronti a presentare ricorso alla Consulta. “Il governo ci convochi nella Stato-Regioni perché su questo è obbligatorio un nostro parere” ha dichiarato la governatrice umbra Catiuscia Marini. Nel frattempo i senatori Pd, dopo che venerdì sera è passato l’emendamento che rimanda di un anno l’obbligo di presentare la documentazione relativa alle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola, hanno portato avanti una dura battaglia a Palazzo Madama, facendo ostruzionismo durante le votazioni del Milleproroghe attraverso una “maratona” di interventi contro il processo verbale che contiene l’approvazione della sospensione dell’obbligo vaccinale proprio all’interno del decreto.

Ostruzionismo impedito dalla presidente Casellati. “Come gruppo del Pd al Senato stiamo combattendo in Aula, ma un’interpretazione eccessivamente rigida del regolamento non ci consente di parlare. Ci stiamo opponendo in ogni modo. La ministra Grillo abbia un sussulto, ci ripensi”, aveva detto la vicepresidente del gruppo dem a Palazzo Madama Valeria Valente.

Il Pd lancia una petizione e l’hashtag #iononrinvio

Il Partito democratico lancia una petizione online e nelle Festa de l’Unità e l’hashtag #iononrinvio.

“Nessun passo indietro sulla salute dei bambini, siamo dalla parte della scienza e delle competenze. Il governo gioca al rinvio anche sui vaccini, mettendosi contro il parere unanime dei medici che hanno valutato come una priorità quella dell’obbligo scolastico per costruire l’immunità di gregge” scrivono in una nota il segretario del Pd Maurizio Martina, la responsabile comunicazione Marianna Madia e la responsabile per il diritto alla salute Marina Sereni, lanciando la petizione che raccoglie “l’appello ‘Io Vaccino’ delle mamme dei bambini immunodepressi“.

“Non si combatte la scienza, si combattono le malattie”, sottolineano gli esponenti dem. “Il Pd ha lanciato una petizione online contro la proroga del governo sull’obbligatorietà vaccinale, pubblicata sui canali social del partito. Si può aderire sul sito www.partitodemocratico.it e alle feste dell’Unità“.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli