È morto Piero Ostellino, ex direttore del Corriere della Sera

Focus
Piero Ostellino

Dal 1973 fu corrispondente da Mosca e poi da Pechino. Ritornato in Italia guidò il quotidiano di Via Solferino dall’84 all’87. Aveva 82 anni.

E’ morto Piero Ostellino. A darne la notizia per primo il sito del Corriere della Sera, giornale di cui fu direttore tra il giugno 1984 e il febbraio 1987. Nato a Venezia il 9 ottobre 1935, Ostellino è scomparso all’età di 82 anni.

“Si distingueva per spirito polemico tra i più appassionati sostenitori del pensiero liberale.  – scrive il Corriere – Il suo punto di riferimento filosofico era la scuola illuminista scozzese, autori insigni come John Locke, David Hume, Adam Smith, di cui apprezzava la fede nell’individuo e la consapevolezza profonda dell’imperfezione umana. Diffidava invece dell’Illuminismo francese , specie della mentalità «geometrica» che aveva prodotto l’intransigenza giacobina e il Terrore rivoluzionario”.

La lunga carriera di Ostellino è stata contraddistinta da esperienze importanti. Come quella che nel 1973 lo porto ad essere corrispondente da Mosca e poi, nel 1979, da Pechino, dove raccontò la Cina del dopo Mao, avviata verso le riforme radicali promosse da Deng Xiaoping.

Nell’84 divenne prima direttore del quotidiano di via Solferino e poi commentatore di punta fino a tempi recenti. Infine, nel 2015, l’approdo al Giornale.

Vedi anche

Altri articoli