X

“Una ‘geringonca’ anche in Italia? Dipende dal Pd”. La ricetta vincente del premier portoghese Costa

“Sono preoccupato dell’alleanza tra Salvini e Orbán, la ‘nuova Europa’ di cui parla Salvini mi ricorda un’altra Europa di pericolose divisioni nazionaliste”. Non nasconde le sue preoccupazioni il premier socialista portoghese Antonio Costa in un’intervista a Repubblica. “Mi pare che la nuova leadership del Pd e Maurizio Martina abbiano le energie e le competenze per affrontare le sfide dei populisti. Il Pd, come tutti noi progressisti, deve rinnovare il contratto sociale basato sul progetto di integrazione europea. Da lì si ricomincia. Vogliamo creare le condizioni per allargare il fronte progressista. La nostra collaborazione con il Pd non è iniziata oggi, anzi, il Ps lavora a stretto contatto con i dem da diversi anni, ho avuto un buon rapporto con Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, una delle figure più rispettate in Europa”.

Costa, che governa con forze politiche di sinistra moderata e radicale, spiega poi come sia possibile: “Il governo del Portogallo è sostenuto da un accordo parlamentare, non da una coalizione che riunisce diverse partiti nel governo. La geringonça, come è ormai conosciuta la soluzione politica che funziona in Portogallo e consente di governare con il sostegno del Blocco di sinistra, del Partito comunista e del Partito ecologista Verdi, funziona molto bene, nonostante le previsioni negative di molti, perché abbiamo saputo ascoltare i portoghesi. Non ho consigli da dare ad altri Paesi. Questo dipende, soprattutto, dalla volontà degli italiani. Posso solo augurare buona fortuna ai nostri amici del Pd. Noi in Portogallo siamo al governo con un programma progressista che ha ridato la speranza ai portoghesi e che ha ottenuto risultati economici molto positivi. La disoccupazione è al 6,7%, la più bassa dei ultimi anni, abbiamo un tasso di crescita superiore al 2%e abbiamo ridotto il deficit”.

Questa sera il premier portoghese sarà a Ravenna per la Festa nazionale del Pd dove si confronterà in un dibattito con Paolo Gentiloni.

 

<<< Sull’argomento leggi anche ‘Il Miracolo portoghese’ >>>

 

Articolo originale

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.