Pyongyang: “Trump ci ha dichiarato guerra”

Focus

“Per autodifesa possiamo abbattere i caccia Usa”, ha detto il ministro degli Esteri nordcoreano Ri Yong Ho

La situazione tra Stati Uniti e Corea diventa sempre più tesa con accuse e minacce reciproche che fanno tremare tutto il mondo.

La Corea del Nord affila le armi nascondendosi dietro al diritto all’autodifesa sancito dalla Carta delle Nazioni Unite: “Visto che gli Usa hanno dichiarato guerra al nostro Paese, noi abbiamo il diritto di rispondere e di abbattere i caccia americani anche se non sono ancora all’interno dei nostri confini”, ha fatto sapere il ministro degli Esteri nordcoreano Ri Yong Ho sottolineando come le recenti affermazioni del presidente americano Donald Trump rappresentino “una chiara dichiarazione di guerra” a Pyongyang.

Non si fa attendere la risposta da Washington. “Gli Stati Uniti hanno un arsenale immenso da fornire al presidente Trump per affrontare la questione della Corea del Nord”, ha affermato il portavoce del Pentagono, il colonnello Robert Manning, sottolineando come “tutte le opzioni sono sul tavolo”: “Offriremo al presidente tutte le alternative necessarie se le provocazioni di Pyongyang continueranno”.

È solo di due giorni fa l’ok del presidente Trump all’invio di caccia bombardieri americani al largo delle coste nordcoreane. Un’operazione pensata per “dimostrare – ha spiegato il dipartimento alla Difesa – che il presidente Usa ha molte opzioni militari per sconfiggere ogni minaccia”. Dall’isola di Guam, territorio Usa nell’oceano Pacifico che già ad agosto fu minacciato da Kim, erano partiti caccia bombardieri b-1b a cui si sono uniti gli f-15c decollati da Okinawa, in Giappone. Hanno volato nello spazio aereo internazionale ma accanto alle acque orientali della Corea del Nord.

Queste prove di forza, però, preoccupano il mondo intero perché rischiano di trasformarsi in poco tempo in una vera e propria guerra. È la prima volta infatti che nel 21esimo secolo in cui degli aerei caccia statunitensi hanno raggiunto la “parte più settentrionale della zona demilitarizzata coreana, al largo della costa nordcoreana”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli