Rapporti Italia-Francia, per fortuna c’è Mattarella

Focus

L’ambasciatore francese Christian Masset torna a Roma e si reca subito al Quirinale per invitare il Presidente Mattarella in Francia

Mentre il governo giallo-verde continua a collezionare figuracce internazionali. Mentre i due vicepremier cercano nemici per la loro campagna elettorale. Mentre gli storici alleati dell’Italia, Francia in primis, continuano ad essere offesi. C’è un uomo, il Presidente Mattarella, che garantisce ancora la credibilità italiana.

E’ stato lui a ricucire i rapporti incrinati con la Francia. Una crisi diplomatica senza precedenti, in tempo di pace, provocata dall’incontro del vicepremier Di Maio e di Alessandro Di Battista con i leader della frangia più violenta dei gilet gialli.

E così è toccato al Presidente della Repubblica chiamare Macron, risolvere la questione. Nella giornata di ieri l’ambasciatore francese Christian Masset è tornato a Roma, facendo tappa al Quirinale. Nell’occasione ha consegnato una lettera del Presidente Macron a Mattarella. Il presidente francese ha invitato il Capo dello Stato in Francia, e Mattarella ha accettato l’invito.

Il peso politico esercitato da Sergio Mattarella inizia ad avere frutti. E anche se nessuno si è scusato con il governo francese per quanto è avvenuto, Luigi Di Maio ha preso le distanze da Chalençon, che aveva parlato di lotta armata e di ghigliottina.

Il popolo italiano si aggrappa al suo Presidente, sperando che le sparate dei vicepremier siano finite. Ma le elezioni europee si avvicinano, e l’escalation potrà portare a nuove tensioni. Anche visti gli alleati che M5s sta raccattando (Dal partito di estrema destra polacco Kukiz 15 capeggiati da Pawel Kukiz al partito liberista finlandese di centrodestra di Liike Nyt). Degli alleati leghisti sappiamo già quasi tutto, da Marine Le Pen a Geert Wilders. Insomma niente di buono all’orizzonte. Basterà Mattarella a tenere alto il nome dell’Italia in Europa e nel mondo?

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli