Inps: in un mese oltre 75 mila domande per il Reddito di inclusione

Focus
Reddito d'inclusione - Milano

Le Regioni da cui sono state trasmesse il maggior numero di domande sono Campania, Sicilia e Calabria

Sono 75.885 le domande di Reddito di Inclusione (Rei) pervenute all’Inps nel periodo fra il 1° dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018. Lo rende noto lo stesso Inps in un comunicato. Le Regioni da cui sono state trasmesse il maggior numero di domande sono la Campania, con 16.686 (22%), e la Sicilia, con 16.366 (21,4%), seguite dalla Calabria, con 10.606 richieste (14,0%). Superiori alle 5.000 le domande trasmesse da Lombardia e Lazio, rispettivamente 5.338 (7,0%) e 5.237 (6,9%). All’opposto, nella graduatoria, si situano la Puglia e la Provincia Autonoma di Trento, da dove non risultano trasmesse domande, mentre dalla Provincia Autonoma di Bolzano le richieste arrivate sono solamente 8.

La possibilità di richiedere il Rei era stata aperta il 1° dicembre scorso, così come previsto dal Decreto legislativo n. 147 del 15 settembre 2017 che completava l’attuazione della nuova misura unica di contrasto alla povertà. Da quel momento le famiglie in possesso dei requisiti familiari ed economici previsti dalla misura hanno potuto farne richiesta presso il proprio Comune di residenza. In linea generale, il REI prevede un sostegno economico (fino a un massimo di circa 485 euro mensili, per le famiglie più numerose) accompagnato da servizi personalizzati per l’inclusione sociale e lavorativa. Il sostegno economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare e alle risorse di cui la famiglia dispone per soddisfare i bisogni di base. Il beneficio viene concesso dall’INPS.

Leggi anche: Tutto ciò che c’è da sapere sul Reddito di inclusione

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli