Renzi: “Quattro miliardi sul climate change nella legge di stabilità”

Focus

L’intervento del presidente del Consiglio al Cop21 di Parigi

“Non c’è sviluppo possibile senza contrastare il cambiamento climatico”. Nel suo intervento alla Conferenza sul clima di Parigi il premier Matteo Renzi sottolinea che “se falliremo, pagheranno i nostri nipoti o addirittura già i nostri figli. È una questione non solo economica, ma etica e morale”. Il premier ha ricordato che l’Italia “ha le carte in regola” con il suo “43% di energie rinnovabili” nel mix di forniture, ed è “prima al mondo per l’apporto di energia fotovoltaica, pari all’8% circa” del totale. Con la nuova legge di stabilità, l’Italia ha stanziato “4 miliardi sul climate change entro il 2020”, ha aggiunto, ricordando poi i “champions” nazionali, ovvero Eni ed Enel che “hanno saputo cambiare pelle per diventare leader nel processo di rinnovamento”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli