Bando Periferie, Renzo Piano a Lega e M5s: “Ripensateci, tradireste innanzitutto voi stessi”

Focus

In un’intervista a Repubblica il senatore a vita fa un appello alla maggioranza affinché i fondi alle periferie vengano ripristinati

Bloccando i fondi per le periferie “hanno bocciato, spero senza capirlo, la vita associata, la città, e anche il pensiero che si spinge oltre il centro delle abitudini consolidate e dei simboli stereotipati. E posso ben dirlo io che sono nato nella periferia di Genova dove ‘le montagne, dicevano i rivali veneziani, sono senza alberi e il mare senza pesci'”.

A dirlo è Renzo Piano, architetto e senatore a vita, in una intervista a La Repubblica. Piano lancia un appello al governo, alla maggioranza, al Parlamento, ai deputati, perchè “queste non sono le grandi opere di cui si sta discutendo in questi giorni, Tav, Tap… Questi sono piccoli progetti, tanti piccoli progetti, circa 120. Proprio il contrario della grandeur. Insomma hanno bocciato quel rammendo delle periferie che gli studenti italiani nel 2014 scelsero in maggioranza come tema della maturità. Il rammendo significa cantieri leggeri, interventi d’amore che riqualificano. Per esempio, una stazione di autobus in periferia è già aggregazione sociale. E i passaggi per i disabili a Milano, l’illuminazione, i marciapiedi…”.

“Credo davvero – prosegue – che bocciare i finanziamenti dei progetti per le periferie sia stato, e direi meglio, sarebbe, un tradimento dei Cinque stelle e della Lega innanzitutto verso se stessi. Nelle periferie infatti vivono i giovani. Nelle periferie non c’è l’élite che Cinque stelle e Lega combattono, ma il popolo che dicono di rappresentare, la marginalità che difendono, la sofferenza, l’energia e la speranza di futuro che li ispirano. E vale anche per la Lega che ha fatto della sicurezza il suo manifesto. Dove, se non in periferia?

Se i fondi non saranno ripristinati, Piano pensa a un “Periferia pride”: “Sarebbe ora”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli