Esplosione a Rocca di Papa: 3 bambini tra i feriti, grave il sindaco

Focus

La deflagrazione per una rottura di una tubatura del gas avvenuta in un cantiere. Il primo cittadino gravemente ustionato

È di nove feriti, di cui due gravi, il bilancio (si spera definitivo) dell’esplosione che si è verificata stamattina, verso le 11, nella sede del Comune di Rocca di Papa, ai Castelli Romani. I feriti sono il sindaco Emanuele Crestini, rimasto gravemente ustionato e ricoverato al Policlinico di Tor Vergata, e una bambina di 5 anni, ricoverata in codice rosso al Bambin Gesù per trauma cranico e facciale.
E sono tre in tutto i bambini rimasti feriti nell’incidente, a causa dei vetri e dei detriti che dall’edificio del Comune hanno colpito la vicina scuola dell’infanzia dell’Istituto comprensivo Leonida Montanari.

 

Da quanto si è appreso, l’esplosione sarebbe avvenuta a causa di una fuga di gas che si è propagata nell’edificio per la rottura di una tubatura. Stando a una prima ricostruzione dei Vigili del Fuoco, la dispersione avrebbe avuto origine da una rottura accidentale da parte di alcuni operai che stavano lavorando in un cantiere stradale propri di fronte all’edificio.

Il portavoce della società Italgas ha fatto sapere in una nota che: “Dai primi rilevamenti è stato possibile accertare che la dispersione di gas, da cui ha avuto origine l’esplosione, è stata provocata dal danneggiamento di una tubazione da parte di un’azienda terza, estranea a Italgas, che stava effettuando rilevazioni sul sottosuolo davanti al Municipio”.

 

A seguito dell’esplosione un muro dell’edificio è saltato in aria e si è sviluppato un incendio che ha devastato diversi ambienti del Comune.

I vigili del fuoco, intervenuti immediatamente insieme a 4 ambulanze, auto mediche e a un elicottero, hanno messo in sicurezza la zona nel timore di una seconda esplosione, mentre la strada regionale che tocca il Comune dei castelli è stata chiusa al traffico per consentire l’accesso e il transito dei mezzi di soccorso.

 

Sul posto si è recato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, insieme al suo vice Daniele Leodori, che ai giornalisti presenti ha dichiarato: “Accertare le responsabilità è un compito sicuramente delle Procure e delle forze dell’ordine che già sono sul campo al lavoro per capire la dinamica di quanto è accaduto”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli