Conto alla rovescia per Roma- Liverpool. Come si sta preparando la città

Focus

Per i giallorossi si tratta della prima semifinale europea in 27 anni: “Vi dovete aspettare una squadra combattiva”

E’ quasi giunto al termine il conto alla rovescia per la gara dell’Olimpico tra Roma e Liverpool, ritorno delle semifinali di Champions League. Per i giallorossi si tratta della prima semifinale europea in 27 anni, la seconda in Champions/Coppa dei campioni.

La città si prepara

La città si prepara ad accogliere i tifosi, oltre 5000, che stasera arriveranno allo stadio Olimpico. I charter provenienti dall’Inghilterra hanno cominciato ad atterrare poco prima delle dieci ma molti tifosi arriveranno anche alla Stazione Termini.

La macchina della Questura di Roma vedrà impiegata in giornata oltre mille agenti, aiutati anche da rappresentanti della polizia inglese, con indosso pettorine di riconoscimento. Vietata la vendita e il consumo di alcolici nelle zone sensibili della città e nell’area dello stadio. A partire dalle 15, è operativo il punto di raccolta in piazzale delle Canestre da cui, a bordo di autobus messi a disposizione dall’Atac, i tifosi del Liverpool verranno accompagnati all’Olimpico. Per i supporter dei Reds che invece si muoveranno autonomamente sarà riservata la direttrice nord di ingresso dal lato di Ponte Milvio.

 

Oltre alla zona dell’Olimpico, anche diversi monumenti e piazze del Centro saranno sorvegliati speciali, da piazza del Popolo a piazza Navona, passando per Trinità dei Monti, con transennamenti e presidi della polizia anche a protezione delle fontane storiche.

La partita inizierà alle 20:45, ma sul versante della viabilità, i divieti di sosta scatteranno già molte ore prima e saranno ad ampio raggio tra Foro Italico, lungotevere e Flaminio. Divieti di sosta sono previsti anche nell’area di Villa Borghese, ad esempio in largo Picasso, mentre su viale Pietro Canonica, largo Acqua Felix e viale di Valle Giulia è previsto il “rigoroso rispetto della segnaletica, con la rimozione dei veicoli in divieto sosta”, recita una nota della Questura. Possibili inoltre chiusure, in particolare durante le fasi di afflusso e deflusso dei tifosi.

Di Francesco in cerca di miracoli

“Noi veniamo a giocare una partita davanti a 70mila persone e vi aspettate una squadra arrendevole? No, vi dovete aspettare una squadra combattiva, perché io voglio vedere una squadra in campo che dia tutto quello che ha; poi il risultato non mi interessa ma voglio vedere l’entusiasmo e la voglia di andare oltre l’ostacolo”. Così l’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, a poche ore dal ritorno della semifinale di Champions Roma-Liverpool. La Roma dovrebbe vincere 3-0 per conquistare la finale dopo la sconfitta per 5 a 2 dell’andata. “Tutti sappiamo che ripetersi non è facile – ha aggiunto Di Francesco riferendosi alla partita contro il Barcellona – ma dobbiamo crederci, con questo pubblico e questa passione che c’è ora attorno alla squadra, il desiderio di fare un altro miracolo, chiamiamolo così, deve spingerci a dare un qualcosa in più che magari è mancato nella partita di andata”.

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli