Roma, ex villa Casamonica diventa ‘Parco della Legalità’

Focus

Inaugurato un parco pubblico nell’area della villa del clan confiscata e demolita. Zingaretti: “E’ questo che serve: poche chiacchiere e molti fatti”

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha inaugurato nella zona della Romanina, periferia est della Capitale, il Parco della Legalità, un’area verde attrezzata lì dove sorgeva una villa abusiva – confiscata e demolita – del clan Casamonica.

L’inaugurazione avviene nei giorni dell’anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Con Zingaretti il presidente dell’Osservatorio regionale per la Sicurezza e la Legalità Giampiero Cioffredi, il Prefetto dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata Saverio Ordine, il procuratore Generale presso la Corte di Appello di Roma Giovanni Salvi e don Luigi Ciotti, presidente dell’Associazione Libera.

“L’ultima volta ero qui con Salvini? Oggi si parla di come si deve governare questo nostro Paese, di come a parte le chiacchiere si può governare bene”. E’ stata la risposta di Nicola Zingaretti a chi gli ha ricordato che alla demolizione partecipò appunto il ministro dell’Interno, con una ruspa.

Nessuno ci credeva – ha aggiunto – spesso si parla di abbandono delle periferie, ed è vero che spesso sono abbandonate, ma è anche vero che si può fare molto. C’è il progetto Corviale, Ostia, qui la Romanina. Questo serve all’Italia: poche chiacchiere e molti fatti”. A chi gli chiedeva in che veste fosse qui oggi, Zingaretti ha risposto ironicamente: “Come Salvini…” per poi aggiungere “come presidente della Regione Lazio, abbiamo fatto un’operazione straordinaria per il bene della nostra città”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli