Salvini attacca i giudici, i giudici attaccano Salvini

Focus

Il deputato Pd Miceli: “Bonafede si dimetta, se non difende i giudici”

Nemmeno Berlusconi era così pesante contro la magistratura. Ma quest’ultima non si lascia intimidire e replica al ministro dell’Interno: insomma, è scontro istituzionale. Il pomo della discordia, la decisione del gip di Agrigento Vella di scarcerare Carola Rakete. Salvini continua a attaccare: ”È una sentenza vergognosa. La scarcerazione mi ha provocato tanta rabbia. È stata una scelta incredibile con motivazioni incredibili perché qui si è messo a rischio la vita di alcuni uomini delle forze dell’ordine che stavano facendo il loro lavoro. Mi domando cosa bisogna fare in Italia per finire in galera”.

Come Berlusconi, Salvini brandisce la solita minaccia:  “Una bella riforma, un’autoriforma, con nuovi criteri di assunzione di selezione e di promozione”.

Ma la magistratura si fa sentire. In una nota l’Anm sottolinea  “ancora una volta” di aver registrato i “commenti sprezzanti verso una decisione giudiziaria, disancorati da qualsiasi riferimento ai suoi contenuti tecnico-giuridici, che rischiano di alimentare un clima di odio e di avversione, come dimostrato dai numerosi post contenenti insulti e minacce nei confronti del Gip di Agrigento pubblicati nelle ultime ore”.

“Quando un provvedimento risulta sgradito al ministro dell’Interno, scatta immediatamente l’accusa al magistrato di fare politica. Appare poi estremamente grave – sottolinea ancora l’Associazione Nazionale Magistrati- la prospettazione di una riforma della giustizia finalizzata a selezionare i magistrati in modo che assumano esclusivamente decisioni gradite alla maggioranza politica del momento”.

Il ministro della Giustizia Bonafede non è pervenuto. Lo nota il dem Carmelo Miceli: “Il ministro della Giustizia Bonafede che rimane silente dopo la violenta invettiva di ieri sera del suo collega Salvini contro la magistratura e contro la Gip di Agrigento è complice di quel linguaggio, complice di quegli attacchi, complice di quella farneticante diretta Facebook. Se il titolare del ministero della Giustizia non difende la Giustizia e non difende i giudici farebbe bene a dimettersi”.

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli