Salvini vs Di Maio, continua il teatrino

Focus

Di Maio: “Preoccupano le alleanze europee di Salvini”, il leader leghista: “Altro che nazisti e venusiani, lavori di più”

Le europee sono alle porte e gli amici/nemici continuano a sfidarsi a suon di battutine. Un teatrino che continua a bloccare l’Italia, come ha giustamente messo in evidenza il segretario dem Nicola Zingaretti. A parole i due partiti non sono d’accordo su nulla, ma nella realtà dei fatti i due partiti votano regolarmente i provvedimenti spot dell’uno o dell’altro.

Quando non riescono a trovare un accordo, invece, rinviano tutto. Opere pubbliche, provvedimenti urgenti i gialloverdi in questo periodo stanno mettendo in soffitta tutto, aspettando che passino le elezioni europee del 26 maggio. Un atteggiamento che sta aggravando la situazione italiana, messa in crisi dalle scelte fatte nella legge di bilancio.

L’ultima polemica, in ordine di tempo, è quella sulle alleanze leghiste. Luigi Di Maio da qualche giorno si dice preoccupato per le scelte fatte da Salvini. Non si può dare torto al vicepremier grillino, viste le compagnie del leader leghista, ma questa non è una cosa nuova. Dunque verrebbe da dire a Di Maio: te ne sei accorto solo adesso?

Ma alle accuse del numero 1 grillino risponde Salvini, che replica: “Io lavoro, io rispondo col lavoro, con i fatti. Questa gente che cerca fascisti, comunisti, nazisti , marziani venusiani… i ministri sono pagati per lavorare”. In pratica dice a Di Maio: lavora.

Poi il ministro dell’Interno continua con la sua propaganda sulla pelle dei migranti: “Anche in queste ore una nave Ong che stava arrivando in Italia ha cambiato indirizzo e sta andando da un’altra parte. Vuol dire che l’Italia difende i suoi confini. Mi piacerebbe che tutti i ministri avessero la stessa concretezza sbloccando cantieri, facendo ripartire opere pubbliche. Se invece di polemizzare si lavorasse di più, si sbloccassero i cantieri fermi, l’Italia sarebbe un paese migliore”.

Scenette che sfiorano il ridicolo, se non fosse che è l’Italia che sta pagando il prezzo.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli