Salvini chiude i porti alla Gregoretti. Continua la sua propaganda sui migranti

Focus

Nessun porto per la nave della Guardia costiera italiana che ha soccorso 141 migranti nel Mediterraneo

Matteo Salvini torna alla sua attività preferita: impedire a navi che hanno soccorso migranti di approdare nei porti italiani. Questa volta la nave in attesa non è una “pericolosa” imbarcazione delle Ong, ma la Gregoretti, nave della Guardia costiera italiana con a bordo 141 migranti.

Ma si sa il ministro dell’Interno deve spostare l’attenzione su altri temi e quindi ha detto no. Non sono bastate le tragedie di questi giorni nel Mediterraneo, Salvini ha deciso di sequestrare nuovamente esseri umani solo per la sua propaganda.

Il Viminale ha comunicato di aver “ufficialmente interpellato la Commissione europea affinché coordini le operazioni di ricollocazione degli immigrati che attualmente sono a bordo di una nave della Guardia Costiera italiana. Si tratta di 141 persone. In attesa di risposte ufficiali, non è stato indicato alcun porto di sbarco”.

Subito la risposta della Commissione che ha precisato: “Come già fatto in molti casi simili in passato, Bruxelles prenderà ora contatti con gli Stati membri”.

Ricomincerà dunque il tira e molla con 141 persone stipate in una nave sotto il sole cocente, e con il ministro a reti unificate a fare la sua propaganda. Il tutto mentre ad uomini dello stato non sarà permesso di sbarcare sulle coste italiane, ma ormai questo è un copione già visto.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli