La nettezza dei contenuti social paga, anche se disprezzabile

Focus

I contenuti con maggiore engagement sono quelli in cui la linea politica, per quanto possa essere disprezzabile, è espressa in modo chiaro

Niente panico. Non esiste una correlazione diretta tra consenso social e consenso reale. Non si spiega, altrimenti, come un partito così strutturato in quanto a presenza sui social sia riuscito a perdere più di 10 punti di consenso in un anno, almeno stando ai sondaggi. Non esiste nemmeno una correlazione diretta tra engagement e consenso reale, altrimenti (per citare un esempio presente nell’articolo su L’Espresso) Silvia Sardone sarebbe una sorta di segretaria in pectore di Forza Italia e non è così. Quindi è poco utile lasciarsi impressionare da classifiche e dati meramente quantitativi.

Ciò detto, il ritardo del Pd esiste ed è inutile negarlo. Ma è un ritardo organizzativo e politico, prima che comunicativo. Non si capisce, per esempio, per quale motivo non si possa partire, nella costruzione delle reti digitali, da quella parte di elettorato delle Primarie del 2019 che ha uno smartphone in mano o un account FB. La risposta, in realtà, è tristemente semplice: perché l’elettorato delle Primarie, in troppe sezioni elettorali, non è stato ‘cablato’, chiedendo nome, cognome, mail.

E ancora: i contenuti con maggiore engagement sono quelli in cui la linea politica, per quanto possa essere disprezzabile, è espressa in modo chiaro: il successo di Salvini sta prima di tutto nella sua capacità di aver creato un circolo virtuoso tra dichiarazioni nette, copertura sui mezzi tradizionali e consenso di rimbalzo sui social. In parallelo a un lavoro di ricucitura organizzativa del partito, che favorirebbe la distribuzione dei contenuti sui social, appare ancora più indispensabile un lavoro sui temi e sulle proposte: la nettezza paga, gli avversari insegnano.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli