Salvini troppo presente nei Tg Rai, la Lega attacca AgCom

Focus

Capitanio (Lega) dopo le tabelle sulle presenza nei Tg: “Inutili veline al Pd”. I dem: “Attacchi contro un organismo indipendente. La Lega smentisca”

“Inutili veline al Pd in vista delle europee” e un’ombra caria di insinuazioni gettata sul curriculum del presidente. È la uno-due messa a segno dal segretario leghista in commissione di Vigilanza Rai, Massimiliano Capitanio, nei confronti di AgCom, l’Autorità garante per le Telecomunicazioni, rea di aver reso pubblici ieri i dati sulle presenze dei politici nei Tg della Rai.

Una classifica impietosa, nella quale Salvini batte tutti con una presenza che va da quasi l’11% del Tg3 al record del 20,54% del Tg2, contro una media, per dire, di circa l’1,5% di presenze del primo esponente del Pd, Nicola Zingaretti.
Numeri che parlano da soli, soprattutto se riferiti al servizio pubblico, che hanno fatto gridare allo scandalo l’opposizione, che ha parlato, con il dem Ettore Rosato, di “violazione diffusa di qualsiasi principi di pluralismo politico”.

Ela Lega oggi ha rilanciato, con Capitanio che ha giustificato i numeri forniti dall’AgCom affermando che “E’ un bene per il Paese se i telegiornali si occupano di infrastrutture, innovazione, sicurezza nazionale, legittima difesa, autonomia, cantieri aperti, quota 100″, come se per occuparsi di attualità politica i Tg della Rai non potessero che passare per il ministro dell’Interno.

Parole che hanno suscitato la reazione degli esponenti dell’opposizione, con Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati Pd, che ha parlato di “vergognosi attacchi della Lega nei confronti di AgCom”.
“Il ruolo dell’Autorità è innanzitutto di garanzia per assicurare correttezza nei confronti degli utenti – ha aggiunto -. Non sono state spacciate veline ma documenti e tabelle che rivelano una vera e propria occupazione di Salvini nei telegiornali della Rai”.

“Ora la Lega passa addirittura alle minacce contro un organismo indipendente come l’Agcom. Le parole del segretario della Vigilanza Massimo Capitanio”, è stato il commento del senatore dem Salvatore Margiotta, membro della commissione di Vigilanza Rai, che ha chiesto alla Lega di “smentire le affermazioni violente di Capitanio”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli