Serracchiani: “Ridurre le tasse anche attraverso la lotta all’evasione”

Focus

Secondo l’Agenzia delle entrate, dal 2013 al 2014, i miliardi riportati nelle casse dello Stato sono stati 14,2, in aumento rispetto al 2013. Serracchiani: “Questo Governo ha già dimostrato con i fatti che ridurre l’evasione non è solo doveroso ma è possibile”.

La riduzione delle tasse passa anche attraverso una seria lotta all’evasione fiscale: questo Governo ha già dimostrato con i fatti che ridurre l’evasione non è solo doveroso ma è possibile”. Sono le parole del vicesegretario del Partito democratico Debora Serracchiani che indirizza un chiaro messaggio a chi chiede al governo una maggiore attenzione sulla lotta all’evasione fiscale.

Il vicesegretario fa riferimento agli ultimi dati diffusi dall’Agenzia delle entrate sul recupero dell’evasione (marzo 2015), che certificano di fatto i risultati dell’impegno del governo.

Se si considera il periodo che va dal 2013 al 2014, i miliardi riportati nelle casse dello Stato sono 14,2, in aumento di oltre un miliardo rispetto al 2013.

infografica_evasione
Il recupero dell’evasione corrisponde quindi a un +8% rispetto alla rilevazione dell’anno precedente, ma l’aspetto più rilevante, stando sempre ai dati diffusi dall’Agenzia, è la modalità con cui si è ottenuto tale risultato: una capillare attività di controllo, accertamenti più efficaci e un’accurata selezione dei casi con alto rischio di evasione.

C’è stata un’efficace azione di contrasto – sottolinea Debora Serracchiani  – che, unito a una drastica riduzione del contenzioso e a un miglioramento del rapporto fisco-cittadino, anche grazie all’introduzione del nuovo 730 precompilato, dimostra che un Fisco equo e semplice sta diventando una realtà di questo Paese”.

“Chi mette in discussione l’impegno del Partito Democratico contro l’evasione – commenta la deputata del Partito democratico Anna Ascani – dimostra, quanto meno, di avere difficoltà nella lettura dei numeri”. “Inoltre – ricorda Ascani – ai numeri sul recupero dell’evasione vanno aggiunti anche gli accordi sul rientro dei capitali con Svizzera, Liechtenstein, Monaco, Vaticano”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli