Sicillia, Grasso declina l’offerta: “Non mi candido a Governatore”

Focus

La scelta è maturata dopo aver vagliato “tutte le implicazioni politiche e istituzionali di tale scelta, soprattutto in relazione al delicato momento della Legislatura

Alla fine la decisione è arrivata. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, dopo un lungo colloquio col Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha annunciato di voler declinare la proposta giunta dagli organismi regionali e nazionali del Pd di candidarsi a Presidente della Regione Sicilia alle prossime elezioni. “Il mio impegno e il mio amore per la Sicilia non smetterà di esprimersi in ogni forma e in ogni sede anche nazionale, ma i miei doveri istituzionali attuali mi impongono di svolgere, finché necessario, il mio ruolo di presidente del Senato“, ha spiegato.

La scelta, si legge nel comunicato diffuso dal suo portavoce, è maturata dopo aver vagliato “tutte le implicazioni politiche e istituzionali di tale scelta, soprattutto in relazione al delicato momento della Legislatura e ai prossimi impegni del Senato della Repubblica su temi importanti per il Paese quali ad esempio la Legge elettorale e la Legge di Bilancio”. “Dopo una lunga riflessione – conclude la nota – il presidente Grasso e il sindaco Orlando hanno quindi convenuto, stante le condizioni attuali, sulla impossibilità di proseguire sull’ipotesi di candidatura proposta dal Pd“.

A stretto giro è arrivato il commento del presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta che ha voluto ribadire la sua adesione “sincera e leale” al progetto di Grasso Presidente per poi aggiungere come ora occorra “riprendere il confronto unitario, partendo dalla valutazione del grande lavoro che è stato svolto alla Regione in questi anni e che ha salvato la Sicilia”. “La Regione -aggiunge- non può essere affidata a pericolose formule di governo che ripropongono gli schemi di quel passato che l’ha distrutta. Indietro non si torna e tale consapevolezza mi spinge a lottare e a impegnarmi con maggior vigore, fino in fondo, per fare della Sicilia una delle terre più avanzate e più ricche d’Europa, in un percorso di trasparenza e legalità”.


card_nuova

Vedi anche

Altri articoli