Sondaggi, il Pd primo partito tra i diciottenni

Focus

I sondaggi vedono il Pd più vicino al M5s. Tra le coalizioni centrodestra in testa, ma tra i giovani il messaggio non passa

La data delle elezioni si avvicina e con essa la data in cui non si potranno pubblicare i sondaggi. Gli istituti di ricerca in questi giorni producono dati di continuo, naturalmente tra un istituto e l’altro i numeri sono diversi, e in alcuni casi anche di molto. Ma vediamo cosa dicono i numeri di Euromedia Research e Piepoli. Il sondaggio realizzato per Porta a Porta del 15 gennaio, e riproposto oggi nella trasmissione l’Aria che tira vede il centrodestra unito largamente in testa. Sono differenti i dati presentati oggi su La Stampa da Piepoli che vedono il centrodestra sempre in testa, ma con un vantaggio inferiore rispetto al Pd.

Il sondaggio Euromedia Research

Detto che il centrodestra è in testa con il 39%, la seconda coalizione secondo i dati presentati è il centrosinistra che si attesta al 27,9%, con un margine di 1,6 punti percentuali sul Movimento 5 Stelle fermo al 26,3%. Come  ha affermato nell’odierna puntata dell’Aria che Tira la ricercatrice Alessandra Ghisleri, questi più che sondaggi sono ricerche, infatti la qualità del candidato all’uninominale può cambiare totalmente i parziali nei collegi.

Veniamo ai partiti: il M5s è il primo con il 26,3% con un vantaggio di 2,1 punti percentuali sul Partito democratico che si attesta al 24,2%. Tra gli altri partiti di centrosinistra +Europa è segnata all’1,8%, seguita da Civica Popolare all’1,2%, Insieme allo 0,4% e Svp – con altre compagini regionali – allo 0,3%

Tra il centrodestra il partito leader è Forza Italia, che con il 18% stacca nettamente la Lega ferma al 13,5%, Fratelli d’Italia che si ferma 4,4%, e Noi con l’Italia- Udc al 2,4%.

Liberi e Uguali è accreditato del 6%.

Nei riscontri di Euromedia Research un italiano su tre – il 32% – si dichiara indeciso oppure dice che non andrà a votare. Naturalmente sarà tra questi elettori che si concentrerà maggiormente l’attenzione dei partiti.

Come voteranno gli under 24 secondo il sondaggio Euromedia Research

Molto interessante anche il dato sugli under 24. Le preferenze dei giovani cambiano totalmente il quadro. Secondo Euromedia Research infatti tra i ragazzi tra i 18 e i 24 anni il M5s è il primo partito con il 34%, che lo porta in testa anche tra le coalizioni.

Al secondo posto il Pd, che guadagna il 3,4% rispetto al campione totale spingendosi al 27,6% e portando la coalizioni di centrosinistra al 30,5% davanti al centrodestra che si ferma al 30,0%.

Tra i giovani è sensibile il calo di Forza Italia fermo al 14,3% (-3,7% rispetto all’intero campione). Anche gli altri partiti di centrodestra perdono punti con Lega all’11,3% (-2,2%), Fratelli d’Italia al 3% (-1,4%) e Noi con l’Italia- Udc allo 0,8%. Questo calo dimostra come il messaggio, datato, della coalizione conservatrice non riesca a far breccia tra i giovani.

Perde terreno anche Liberi e Uguali che si attesta al 5%, perdendo un punto percentuale rispetto al campione completo. Tra i giovani però è da segnalare l’alto tasso di indecisione/astensione che vola al 45,2%, segno che nella fascia d’età 18/24 anni quasi la metà degli elettori decideranno negli ultimi giorni, oppure non andranno proprio a votare.

Il sondaggio Piepoli

Diversi ancora sono i dati forniti dall’Istituto Piepoli – sondaggio del 15 gennaio, presentato oggi sul quotidiano La Stampa – che vedono il centrodestra in testa, ma con il 36,5%. Dentro la coalizione secondo Piepoli la partita per essere il primo partito è aperta infatti, Forza Italia è data al 15%, tallonata dalla Lega al 14%, con Fratelli d’Italia al 5% e Noi con l’Italia- Udc al 2,5%.

Guadagna punti il centrosinistra dato al 28,5%, con il Pd nettamente prima forza con il 25% seguito da +Europa con l’1,5%, Civica Popolare e Insieme con l’1%.

Anche per Piepoli il M5s è primo partito con il 27%, ma si posiziona al terzo posto tra le forze in campo.

Liberi e Uguali, la formazione guidata da Pietro Grasso si ferma al 7%, una percentuale superiore al sondaggio diffuso da Euromedia Research, ma lontano dalla doppia cifra.

Anche questo sondaggio sottolinea che indecisi/astenuti sono la prima forza con il 30%.

Come voteranno i diciottenni secondo il sondaggio Piepoli

L’istituto Piepoli ha chiesto ai diciottenni le loro intenzioni di voto. Il quadro che ne esce fuori è diverso sia dai sondaggi sul campione totale, sia dal sondaggio Euromedia Research con campione 18/24.

Tra i diciottenni, infatti, è il Pd il primo partito con il 30%. Il centrosinistra grazie alla percentuale conquistata dai dem si innalza al primo posto con il 33%. +Europa tra i diciottenni conquista l’1,5%, Insieme l’1%, mentre Civica Popolare si ferma allo 0,5%.

Secondo partito tra i diciottenni è il M5s che può contare sul 29% dei consensi.

La seconda coalizione però è il centrodestra con il 32%, i diciottenni ribaltano il risultato interno alla coalizioni, infatti è la Lega il partito preferito con una percentuale del 15%, mentre cala forza Italia che può contare sull’11%. Fratelli d’Italia conquista il 4%, mentre Noi con l’Italia- Udc si ferma al 2%.

Non sfonda Liberi e Uguali che tra i giovanissimi perde due punti percentuali fermandosi al 5%. I diciottenni sembrano essere quelli con le idee più chiare infatti la percentuale di indecisi/astenuti si ferma al 22%.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli