Buono il sorteggio per Italvolley: contro Serbia e Polonia siamo favoriti

Focus

Gli azzurri a Torino per la Final six dei Mondiali, evitati Brasile e Stati Uniti

L’Italia di Chicco Blengini incontrerà la Serbia e la Polonia nella Final six del Mondiale di pallavolo.

Nell’altro girone a tre se la vedranno Brasile, Stati Uniti (unica formazione ancora imbattuta) e Russia. Si qualificano per la fase che vale le medaglie (29-30 settembre) le prime due dei due raggruppamenti.

Meglio Serbia e Polonia, pur molto forti, di Brasile e Stati Uniti – a nostro avviso le più forti – e anche della Russia , con la quale ce la siamo giocata alla pari cedendo solo al tie break.  La Polonia in particolare è campione d’Europa in carica ma la sconfitta contro la Francia (poi eliminata) dimostra che è battibile, mentre la Serbia è squadra solidissima che gli italiani dovranno affrontare con grande aggressività al servizio e a muro, fondamentali nei quali a tratti si è registrato qualche problema.

L’Italia si presenta alla Final six (che si disputerà al PalaIzoaki di Torino) con tutte le carte in regola. Ha vinto sempre, tranne – come detto – con la Russia di Mikhailov ma solo al quinto set, e persino le “riserve” hanno sconfitto l’Olanda nell’ultimo match giocato. Abbiamo i due grandi picchiatori, Zaytsev e Juantorena, in splendida forma, con lo zar che attualmente è forse il più forte opposto del mondo (con Mikhailov). Il libero Massimo Colaci si sta confermando al massimo della condizione.Abbiamo trovato, finalmente, due centrali di livello mondiale, Anzani e Mazzone. Qualche problema per Pippo Lanza, comunque sostituibile in maniera egregia da Gabriele Maruotti. E poi il grandissimo Simone Giannelli, il palleggiatore-regista, di certo il più grande alzatore della storia del volley italiano: e ha soltanto 22 anni!

Le partite-chiave potrebbero essere Italia-Polonia e Brasile-Usa. Dovessimo scommettere, punteremmo su una finale Italia-Brasile, rivincita della finale olimpica, quando perdemmo, e per chi è meno giovane della semifinale mondiale del 1990, quando battemmo i giallo-oro al quinto set a casa loro. A Torino giochiamo per l’oro.

 

Vedi anche

Altri articoli