Mega-sondaggio europeo, il sovranismo non passerà

Focus
europarlamento

La rilevazione fotografa un modesto aumento dei sovranisti che non sfondano. Balzo dei liberali trainati da Macron, cresce il Pd

Ripartizione seggi famiglie europee

Mancano poco più di due mesi all’elezione del nuovo Parlamento europeo. Un’assise che dovrebbe essere, sempre che l’accordo sulla Brexit venga approvato dal parlamento britannico, priva degli eurodeputati Uk. Un sondaggio Swg, realizzato insieme ad alcuni istituti europei,  mostra quale dovrebbe essere la composizione del prossimo Europarlamento. Secondo i sondaggi, e sono quasi tutti concordi, i due partiti principali (Ppe e S&D) non avrebbero la maggioranza. Infatti i due sui 705 seggi ne conquisterebbero solo 315, lontani circa 50 seggi dalla maggioranza. Un calo dovuto anche all’avanzata dell’Alde, partito europeista che da queste elezioni potrà contare anche sugli europarlamentari di En Marche.

Intenzioni di voto Italia

Concentrando lo sguardo su alcune nazioni si evince come la competizione sarà aperta e la formazione della prossima governante europea non sia scontata. In Italia si riscontra un avanzamento del Partito democratico, che ora si avvicina al M5s, è al 20,3%. Sempre in testa la Lega (33,7%), mentre sempre sotto al 10% Forza Italia.

Intenzioni di voto Germania

In Germania è sempre in testa La Cdu (Ppe) con il 29%, seguita a distanza da Spd (S&D) al 16% e dai Verdi al 15%.

 

Intenzioni di voto Francia

In Francia è un testa a testa tra En Marche (Alde) del presidente Macron  al 22% e Fn di Marine LePen, alleata europea di Matteo Salvini, al 23%. Lontani i popolari di Ump al 10% e ancora più giù i socialisti al 5%.

 

Intenzioni di voto Spagna

Situazione più definita in Spagna, dove il 28 aprile ci saranno le politiche. Guida il Psoe con il 28,8%, seguito a distanza dai popolari fermi al 20,3%. In crescita, ma al di sotto del 10% il partito di destra Vox, mentre intorno al 15% sia Ciudadanos (Alde) che Podemos (Gue).

 

Intenzioni di voto Austria

In Austria tre partiti, secondo il sondaggio, si divideranno 16 dei 19 seggi. In vantaggio i popolari di ÖVP con il 29% (6 seggi), seguiti dai socialisti SPÖ con il 25% e dai sovranisti FPÖ con il 24% (entrambi 5 seggi).

 

Intenzioni di voto Polonia

In Polonia, invece, i partiti europeisti hanno deciso di correre insieme contro il partito di destra del presidente Duda, alleato europeo di Fratelli d’Italia. Il partito presidenziale è in vantaggio con il 42% seguito a poca distanza dall’alleanza europeista che raccoglie il 40,8%.

Una cosa appare chiara: i sovranisti non sfondano. Il prossimo Parlamento europeo, nonostante un piccolo incremento di seggi della destra europea, sarà a maggioranza europeista. Sarà nei prossimi mesi, probabilmente dopo il voto, che le grandi famiglie europee cercheranno un accordo per formare una maggioranza in Parlamento, una maggioranza progressista ed europeista.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli