Stadio della Roma, Raggi convocata in Procura

Focus

La sindaca verrà ascoltata in qualità di testimone per la vicenda Lanzalone. Anche Malagò nel registro degli indagati

La sindaca Virginia Raggi è stata convocata in Procura e verrà ascoltata in qualità di testimone nell’inchiesta sullo stadio della Roma che dovrebbe sorgere nel quartiere di Tor di Valle e che al momento ha portato a 9 arresti tra imprenditori e politici. L’audizione della sindaca era già stata fissata da alcuni giorni.

I magistrati sentiranno la sindaca della Capitale per capire cosa sia accaduto durante le trattative per la costruzione dello stadio e accertare i rapporti reali tra lei e l’ex presidente di Acea Luca Lanzalone, figura centrale nelle trattative per il progetto.

Nel frattempo l’elenco delle persone coinvolte si allarga. Ora tra gli indagati c’è anche Giovanni Malagò. Secondo i pm il presidente del Coni avrebbe ottenuto “utilità” da Parnasi in cambio di un atteggiamento favorevole riguardo al progetto del nuovo stadio della Roma. L’imprenditore avrebbe procurato un’occasione di lavoro per il compagno della figlia di Malagò, Gregorio. A lui viene proposto da Parnasi un lavoro con uno stipendio di 4,5 mila euro. Il numero uno del Coni, contattato da Repubblica, al momento smentisce tutte le accuse.

E in una dichiarazione il Coni ufficializza la posizione di Malagò nell’ambito dell’inchiesta sullo stadio della Roma: “Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha appreso questa mattina dalla lettura di alcuni quotidiani di essere indagato nell’ambito di un procedimento penale” e “ha subito dato incarico al suo legale, avvocato Carlo Longari, di chiedere alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma di essere interrogato quanto prima per chiarire la sua posizione”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli