Bologna, i pm: “È disastro colposo”

Focus

Un’autocisterna che trasportava sostanze infiammabili ha tamponato un camion ed è esplosa provocando un enorme incendio. Morto il conducente, 68 i feriti

“Un colpo di sonno o un momento di distrazione, ma è ancora troppo presto per dirlo con certezza”. Così il procuratore di Bologna Giuseppe Amato, ai microfoni del Giornale Radio Rai, in merito all’incidente di Borgo Panigale che ha provocato la morte del conducente dell’autocisterna e 68 feriti.

Sui fatti di ieri stato aperto un fascicolo a carico di ignoti: i reati ipotizzati sono disastro colposo, omicidio e lesioni colpose stradali plurime“.

Il tragico incidente

L’incidente che ha causato il disastro sulla tangenziale bolognese all’altezza di Borgo Panigale è stato provocato da un’autocisterna che trasportava gpl. Il mezzo ha tamponato un camion che aveva a bordo fusti di solventi. Dalle immagini registrate dalle telecamere, sembra che il conducente dell’autocisterna non abbia frenato, nonostante di fronte a sé avesse dei veicoli fermi in coda; per questo motivo gli inquirenti pensano a un colpo di sonno o a una distrazione del camionista. L’autocisterna in seguito al forte impatto con il camion ha preso fuoco, esplodendo subito dopo. Questo ha provocato anche la deflagrazione di diverse auto di due concessionarie situate vicino al luogo dove è avvenuto l’incidente e un maxi rogo che è stato spento solo dopo qualche ora di lavoro da parte dei vigili del fuoco.

L’unica vittima dell’incendio è il conducente dell’autocisterna, Andrea Anzolin, vicentino di 42 anni. L’uomo lavorava per un’impresa di commercio e distribuzione di carburante della provincia di Vicenza. Era un autista esperto, che da molti anni guidava mezzi che trasportano materiale infiammabile.

L’incendio ha provocato anche il parziale crollo del ponte del raccordo autostradale tra Bologna Casalecchio ed il bivio con la A14 Bologna-Taranto. Secondo il magistrato che sta indagando sul disastro di ieri “l’implosione del ponte non è correlata ad un possibile difetto di costruzione con un mal governo da parte del responsabile, è conseguenza immediata di un evento di devastanti proporzioni quale è quello che si è realizzato”.

Foto Ansa

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli