Quanto costa al Paese il baratto M5s-Lega

Focus

Lo scambio, sotto gli occhi di tutti, è chiaro; Di Maio ha salvato Salvini dal processo e Salvini ha svenduto la tav e il Piemonte ai grillini

Siamo alle solite, il TAV un’opera strategica e fondamentale per il nostro paese, viene messa al patibolo da Salvini e diventa cosi merce di scambio sacrificabile per un governo che rimane in piedi grazie al baratto.

Il baratto è un’operazione di scambio bilaterale fra due o più soggetti economici senza uso di moneta ma in questo caso con uso delle poltrone di governo.

Lo scambio, sotto gli occhi di tutti, è chiaro; Di Maio ha salvato Salvini dal processo e Salvini ha svenduto la Tav e il Piemonte ai grillini.

Dopo la farlocca analisi costi benefici, dopo la sceneggiata propagandistica di Salvini al cantiere di Chiomonte migliaia di posti di lavoro, punti di PIL per l’Italia e un futuro per le imprese italiane sono state barattate per gli interessi personali dei 2 vice premier.

Il capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati, il piemonese Molinari presenta oggi una mozione che impegna il governo nella revisione integrale del progetto della Torino-Lione; un’altra messa in scena per perdere ulteriore tempo, fare un favore ai 5stelle di Di Maio e Di Battista e aspettare con calma le elezioni Europee.

I costi di questa genialata, oltre che di immagine perché passiamo per lo zimbello d’Europa che si diverte a disattendere e a non rispettare i trattati internazionali, sono esorbitanti.

I cittadini italiani devono essere consapevoli che dopo 1,5 miliardi di euro di studi e progetti preliminari, 7 analisi costi-benefici (con la farlocca sono 8), una revisione del progetto avvenuta nel 2017 che ha permesso di risparmiare 3 miliardi di euro oggi Salvini e i suoi ci spiegano che possiamo risparmiare un altro miliardo.

Peccato che spendiamo 5 milioni di euro all’anno per la sicurezza del cantiere (30 milioni in 6 anni), da marzo perdiamo 300 milioni di finanziamenti UE se non partono i bandi di gara che dovrebbe pubblicare TELT con un cantiere fermo con 15 operai che gestiscono la manutenzione ordinaria e alcune centinaia a cui a giugno scadrà la cassa integrazione.

Salvini e i suoi devono avere la decenza di spiegarci dove andare a recuperare questo fantomatico miliardo di risparmio: sulla tratta nazionale? Su quella internazionale?

Salvini ha idea di cosa sia la TAV, ha idea di cosa voglia dire realizzare un’opera infrastrutturale di questo tipo? Il solo risparmio che può essere effettivamente realizzato è quello della stazione di Susa che vale circa 100 milioni.

La Lega ha preso in giro i cittadini piemontesi e non solo. Il voto di oggi alla Camera ha dimostrato che la coppia Salvini-Di Maio sono dei bari a cui interessa solo la spartizione del potere senza alcun riguardo agli interessi dell’Italia.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli