Telese, il dottor Stranamore con il braccio teso

Focus

Gratuito attacco al sindacalista Marco Bentivogli. Un consiglio sincero: faccia un po’ di auto-analisi

Siamo costretti obtorto collo a fare pubblicità a Luca Telese. Pazienza. Ma c’è un limite a tutto. Quel limite Telese lo ha superato insultando un grande dirigente sindacale come Marco Bentivogli. Durante la trasmissione “Non è l’arena” (la più brutta dell’intero palinsesto de La7)  il giornalista ha offeso il sindacalista, “sono dieci anni che volevo dirgli che è un servo dei padroni”. Un’accusa gratuita. Per farsi – appunto – pubblicità come un Gianfranco Funari del giornalismo.

Nella storia italiana i sindacalisti sono sempre stati insultati dai fascisti. O dai gruppettari di estrema sinistra, che ne riprendevano movenze e suggestioni. Luca Telese conosce bene cos’è stato il neofascismo degli anni Settanta e anche le vicende dell’estremismo di sinistra. Anni dopo ha lavorato lavorato e guadagnato nei gruppi parlamentari di Rifondazione comunista e soprattutto lavorato e guadagnato nei media della destra (non fascista ma berlusconiana). Tuttora fa la morale alla sinistra democratica pagato da Maurizio Belpietro.

E’ istintivamente un estremista (alternativamente di destra e di sinistra): c’è qualcosa di psicanalitico in questo orientamento; ma non ci permettiamo né ci interessa interrogarci su che cosa si tratti. Fatto sta che immancabilmente a Telese scatta un tic nevrastenico che trascende subito nell’attacco personale, un tic simile a quello del dottor Stranamore a cui all’improvviso partiva il braccio teso del saluto fascista. Solo che a differenza di Peter Sellers lui non fa ridere.

A noi sinceramente dispiace dire queste cose, perché sappiamo che Telese è un giornalista con un bel talento e una persona – fuori dagli schermi tv – non sgradevole.

E creda alla nostra buona fede se gli consigliamo di fare auto-analisi, o di procurarsi un sostegno: perché continuare così fa male soprattutto a lui.

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli