Giappone, forte scossa a Osaka: 3 morti e centinaia di feriti

Focus

La scossa di 6,1 è stata registrata alle 7.58 ora locale

Una bambina di 9 anni e due anziani sugli 80 anni sono le tre vittime del violento terremoto che ha colpito Osaka e che ha causato oltre 200 feriti. Una scossa di 6,1 gradi registrati vicino alla seconda città del Giappone alle 7.58 ora locale (00.58 in Italia). Il sisma ha avuto il suo ipocentro a 13 chilometri di profondità sull’isola di Honshu nipon, la più grande dell’arcipelago, a 500 chilometri a ovest di Tokyo. La bambina è rimasta schiacciata dal crollo del muro di una scuola nella città di Takatsuki; anche i due anziani sono deceduti in seguito al crollo di una parete e di una libreria.

La violenza del sisma ha causato l’interruzione del servizio dei treni veloci Shinkansen, la chiusura temporanea dell’aeroporto di Kansai (ora riaperto) e la conseguente cancellazione di 41 voli, la sospensione della fornitura di gas a 108mila abitazioni nelle prefettura di Osaka, mentre fino a 107mila case hanno invece registrato blackout momentanei con l’interruzione di energia elettrica.

Non è scattato, invece, l’allarme tsunami e nessuna anomalia è  stata segnalata nelle 15 centrali nucleari della regione. Il terremoto odierno segue quello registrato ieri nella prefettura di Gunma, a nord di Tokyo. I sismologi avvertono che si tratta della maggiore attività sismica dal 1923 nell’area del Kansai.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli