Come ti tasso il ‘buonismo’. La norma sul volontariato che fa infuriare tutti

Focus

Se state cercando un motivo sul perché si sia scelta questa strada, noi non l’abbiamo trovata

Una sola parola in burocratese che manda in rovina il mondo del terzo settore: “L’articolo 6 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 601, è abrogato”. Tradotto: gli enti non commerciali non avranno più l’aliquota Ires agevolata al 12% invece che al 24%.

In pratica lo Stato tassa chi fa del bene, per finanziare le sue promesse elettorale irrealizzabili. Per capirsi pagheranno il doppio di quanto hanno fatto finora i locali della mensa Caritas o i locali della parrocchia, ma anche i centro anziani, il dopo scuola gratuito o dove si fa catechismo ma anche il servizio delle Misericordie d’Italia. Sottraendo soldi a queste associazioni semplicemente si sottraggano soldi ai poveri, un vero paradosso.

Le nuove entrate stimate sono di 157 milioni di euro. Eppure questa agevolazione esisteva dagli anni ’70 e serviva ad aiutare chi svolgeva attività senza scopo di lucro gestite da “persone giuridiche” in enti di assistenza sociale, società di mutuo soccorso, enti ospedalieri, enti di assistenza e beneficenza, istituti di istruzione, corpi scientifici, di ricerca, oltre agli enti ecclesiastici che hanno un concordato con lo Stato. Sono proprio loro, oggi, a tuonare contro il governo che ha deciso di fregarli. Perché un’idea così malsana non era davvero possibile neanche immaginarla. Il ‘Governo del cambiamento’ invece l’ha trasformata in realtà. Si spera, ancora abbiamo una speranza, che nella “fretta” si far quadrare i conti sia stata introdotta questa modifica come una svista e che ora la Camera la modifichi prontamente ma è solo una speranza. Le rassicurazioni di Di Maio, che non fanno altro che dare ragione a chi ha criticato la norma, per primo il Pd, lasciano davvero il tempo che trovano.

Se state cercando un motivo sul perché si sia scelta questa strada, noi non l’abbiamo trovata. Speriamo solo che non sia un modo indiretto di colpire tutto quel mondo che nella solidarietà, nell’integrazione e nel multiculturalismo hanno il loro faro. E che vedono il nel Governo il loro nemico.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli