Timmermans: “Aiutatemi a riportare l’Italia nel cuore dell’Europa”

Focus

Lo spitezkandidat socialista alla Convenzione nazionale: “L’Italia che guiderà l’Europa è quella dell’uguaglianza e della fraternità”

Frans Timmermans, lo spitzenkandidat dei socialisti alle elezioni europee di maggio, è intervenuto alla Convenziona nazionale del Pd partecipando ad un “talk” messo in piedi dai dem sul palco dell’Ergife, intervistato da Angela Mauro dell’Huffington Post insieme all’ex ministro Enrico Giovannini.

“Aiutatemi a riportare l’Italia al cuore dell’Europa – ha detto Timmermans, rispondendo alla prima domanda – e aiutatemi a riportare l’Europa nel cuore degli italiani. Dobbiamo insieme parlare del futuro, un futuro importante per i nostri figli e i nostri nipoti”.

In un perfetto italiano, Timmermans ha fatto il paragone tra il governo socialista di Pedro Sanchez in Spagna, insediato otto mesi fa, e quello italiano, al timone da nove mesi.

“Il governo spagnolo è il governo che ha aumentato il salario minimo, che ha un cuore aperto per i profughi, che porta avanti una lotta seria contro la violenza di genere. L’Italia, invece, ci manca. Non possiamo fare l’Europa senza l’Italia”.

Quanto all’Unione europea, Timmermans ha parlato di “uno sviluppo della destra al Parlamento europeo e nei singoli Paesi che mi fa paura. L’estrema destra -ha rimarcato – vuole tornare al passato, negano il cambiamento climatico, ma chi crede che il passato era meglio? Solo coloro che non lo conoscono.

“Dico oggi in tutta chiarezza – ha tenuto a far sapere il candidato dei socialisti alla presidenza della Commissione Ue: non farò mai un patto con l’estrema destra per diventare presidente della Commissione, I cittadini europei devono sapere che se voti destra rischi di avere una coalizione con la destra estrema”.

Quanto alla questione più cocente tra quelle oggi sul tavolo, l’immigrazione, l’opinione di Timmermans è che :”Il successo dei nazionalisti è legato agli insuccessi dell’Ue nella gestione dell’immigrazione. Ma chi ci ha abbandonato? Chi ha abbandonato i cittadini? Sono stati gli amici di Salvini Kaczyinski e Orban, non i governi progressisti. Ogni volta che muore una persona nel Meditarraneo – ha scandito, tra gli applausi dell’assemblea – perdiamo un pezzo della nostra umanità, dobbiamo  trovare una soluzione sostenibile per l’immigrazione,e  l’unica soluzione è un piano Marshall per l’Africa”.

Parlando del congresso, l’appello di Timmermans è stato che: “Se il Pd vuole essere rilevante per l’Europa e per l’Italia deve rimanere unito, siamo una famiglia. Mi Carugo che i tre candidati lavorino per l’unità del nostro movimento. Lo dico perché questo è il vero patriottismo: è scendere in piazza perché vuoi un futuro migliore per i tuoi nipoti. Il vero patriota sa che il suo Paese ha bisogno dell’Europa”.

“E’ pazzesco vedere un governo che si arrabbia con la Francia ogni giorno, anziché lavorare insieme. L’Italia è isolata e avrà un futuro difficile. L’Italia che guiderà l’Europa per un futuro migliore è quella dell’uguaglianza e della fraternità”, ha concluso.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli