Attacco troll a Mattarella, l’ipotesi è attentato alla libertà del Capo dello Stato

Focus

Nel procedimento si ipotizzano anche i reati di offesa all’onore e al prestigio del Capo dello Stato e sostituzione di persona in relazione alle centinaia di profili twitter creati nella notte tra il 27 e il 28 maggio

Mentre al Copasir è in corso l’audizione del direttore del Dis Alessandro Pansa, il pool antiterrorismo ha aperto un fascicolo sul presunto attacco via Twitter al Capo dello Stato Sergio Mattarella. I reati per i quali procede la Procura di Roma sono attentato alla libertà del presidente della Repubblica e offesa all’onore e al prestigio del Capo dello Stato.

L’indagine, coordinata dal procuratore aggiunto Antonio Racanelli e dal pm Eugenio Albamonte (reati informatici e antiterrorismo), è stata avviata alla luce dell’informativa della polizia postale. Nel procedimento si ipotizza anche il reato di sostituzione di persona in relazione agli oltre 400 profili twitter, tutti riconducibili ad un’unica origine, comparsi sui social network la notte tra il 27 e il 28 maggio scorso. Da quei profili partirono migliaia di messaggi di insulti e inviti alle dimissioni nei confronti della prima carica dello Stato.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli