Tutti i numeri e le bufale sui vaccini

Vaccini

Mentre Salvini da destra minaccia di abolire l’obbligo di vaccinazione, i numeri dimostrano che la legge funziona

Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini ha affermato che “quando saremo al governo aboliremo la legge Lorenzin sui vaccini“, togliendo l’obbligo introdotto per tutti i bambini. Un attacco alla salute, contestato dagli stessi membri della coalizione di centrodestra, sempre più divisa su tanti temi cruciali.

>>> Leggi il numero di Democratica del 10 gennaio che ha trattato la vicenda

L’emergenza vaccini

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’Italia è il quinto Paese per il numero di casi di morbillo nel mondo. Peggio di noi solo India, Nigeria, Pakistan e Cina.

La legge

I vaccini obbligatori per andare a scuola

Sei fanno parte dell’esavalente composto da anti-poliomelitica; antidifterica; anti-tetanica; anti-epatite B; anti-pertosse; anti Haemophilus influenzae tipo Ba partire dal terzo mese. Seguono quelle contro morbillo, parotite, rosolia e varicella che vanno fatte dopo l’anno di età. Anche i richiami dei vaccini sono obbligatori. I dieci vaccini sono obbligatori per i nati nel 2017. Per i nati negli anni dal 2001 al 2011 sono obbligatori l’anti-epatite B, l’anti-tetano, l’anti-poliomielite, l’antidifterite, l’anti-pertosse, l’antimorbillo, l’anti-rosolia, l’anti-parotite e l’antiHaemophilus influenzae di tipo B. I vaccini obbligatori per nati dal 2012 al 2016 sono l’antiepatite B, l’anti-tetano, l’anti-poliomielite, l’anti-difterite, l’anti-pertosse, l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, l’anti-morbillo, l’antirosolia e l’anti-parotite.

Cosa succede se non si è in regola con i vaccini
I bambini più piccoli non in regola con le vaccinazioni non potranno essere iscritti agli asili nido e le altre scuole dell’infanzia. Per chi frequenta elementari, medie e i primi due anni delle superiori sarà possibile entrare in classe anche senza le vaccinazioni obbligatorie, ma le famiglie verranno multate. Le sanzioni variano dai 100 ai 500 euro a seconda del numero di vaccinazioni mancanti.

Chi controlla
Sono le scuole a verificare il rispetto di quanto stabilito dal decreto Lorenzin. La mancata presentazione della documentazione entro i termini previsti sarà comunque segnalata, entro i successivi dieci giorni, dal dirigente scolastico o dal responsabile del centro di formazione professionale regionale all’Asl territorialmente competente che avvierà la procedura prevista per il recupero dell’inadempimento.

Cinque bufale sui vaccini secondo l’Oms

 

1- Le malattie infantili che si possono prevenire grazie al vaccino non sono così pericolose. Falso

Morbillo, parotite e rosolia sono sottovalutate ma possono portare a gravi complicazioni e, nei casi più gravi, anche alla morte. 

2- Somministrare ad un bambino più di un vaccino insieme può aumentare il rischio di effetti collaterali dannosi. Falso

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che dare diversi vaccini nello stesso momento non ha alcun effetto negativo sul sistema immunitario di un bambino.

3- I vaccini contengono mercurio, una sostanza pericolosa. Falso

Questa bufala si riferisce ad un conservante, il tiomersale, composto organo-mercuriale utilizzato in alcuni vaccini che tuttavia non rappresenta alcun rischio per la salute. 

4- I vaccini causano l’autismo. Falso

Non esiste alcun nesso tra autismo e vaccini. La bufala risale a una lacunosa ricerca del 1998 che è stata fortemente criticata e poi ritirata dalla stessa rivista che lo aveva pubblicato. L’autore dell’articolo è stato radiato dall’ordine dei medici. 

5- I vaccini hanno molti effetti collaterali dannosi, molti non sono ancora conosciuti e in certi casi la vaccinazione può essere addirittura fatale. Falso

I recenti vaccini sono molto sicuri e le reazioni sono molto rare a lievi. 

I risultati della legge

Non ci sono ancora dei riscontri a livello nazionale che certifichino l’efficacia della legge. Però si può prendere a modello il caso Emilia-Romagna, dove, grazie ad un provvedimento approvato dalla giunta Bonaccini, l’obbligo vaccinale è già in vigore dal 2016.

 

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli