X

L’ignavia della maggioranza, per le famiglie è di nuovo caos

L’ennesimo ripensamento. Anzi, con il colpo di scena dei grillini oggi siamo arrivati al ripensamento del ripensamento. Ieri era arrivato inaspettatamente un cambio di direzione del Movimento sui vaccini attraverso un nuovo emendamento per annullare il precedente presentato da Paola Taverna – con tanto di show a Palazzo Madama (come dimenticare la frase “i centri vaccinali oggi sono similabili a quelli che vengono paragonati i marchi per le bestie”?) – che in sostanza rimandava di un anno l’obbligo di presentare la documentazione vaccinale per l’accesso dei bimbi a scuola. Una “non posizione”, un modo, probabilmente, per prendere tempo e capire come muoversi in un ambito in cui buona parte dei grillini brancolano nel buio e una piccola parte scalpita perché contraria a portare avanti messaggi propagandistici su un tema tanto importante.

La scelta di ieri era stata accolta positivamente dall’opposizione giudicandola “una vittoria della buona politica”. Ma la saggezza politica è durata il tempo di una notte e oggi il Movimento 5 stelle in Parlamento è tornato – per la terza volta in un mese – sulle sue posizioni presentando un altro emendamento che reintroduce lo slittamento dell’obbligo all’anno prossimo. Anche questa volta ci sono stati diversi mal di pancia tra i parlamentari della maggioranza, sia nel Carroccio che tra i pentastellati: in commissione Sanità la leghista Rossana Boldi ha votato “no” al parere favorevole alla proroga dell’autocertificazione, mentre il grillino Giorgio Trizzino – che si era già espresso a favore dei vaccini – è uscito dall’aula in segno di dissenso.

Ma al di là delle poche voci di dissenso, è l’ignavia a caratterizzare la politica di maggioranza e governo sul tema dei vaccini. E questo è pericoloso sia dal punto di vista della salute del Paese che da quello politico perché con questo ennesimo dietrofront, la maggioranza dimostra una totale incompetenza e immaturità creando caos, incertezza e confusione su un tema sul quale non ci dovrebbero essere tentennamenti. Se questa è la compattezza e la linea di Lega e M5S siamo messi male e non solo per i vaccini.

Articolo originale

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.