L’Oscar a “Chiamami con il tuo nome” e tutti i premi della 90esima edizione

Focus

Il film di Guadagnino conquista uno dei premi più importanti grazie alla sceneggiatura firmata da James Ivory

Call Me By Your Name‘ di Luca Guadagnino ha conquistato uno degli Oscar più attesi, quello per la sceneggiatura non originale firmata da James Ivory.

I meriti di Guadagnino

Quella alla sceneggiatura non originale è una statuetta da dividere tra James Ivory e Luca Guadagnino. Il primo ha trascorso circa nove mesi nel 2014 a lavorare sull’adattamento del romanzo di André Aciman e il secondo  ha lavorato con Ivory quando si pensava che avrebbero diretto il film a quattro mani. Lo stesso regista del filma ha raccontato di aver “iniziato a realizzare la sceneggiatura nella casa di Ivory in campagna, non come un lavoro, ma per il piacere di stare insieme a Crema al mio tavolo della cucina e a volte a New York”. Se James Ivory è la penna, essendo l’autore della sceneggiatura, Guadagnino è stato dunque il rifinitore. Purtroppo son mancati gli altri oscar molto attesi per questa pellicola. A parte il miglior film, andato alla Forma dell’acqua, non ce l’ha fatta anche il giovane e acclamato, Timothée Chalamet, che ha dovuto cedere il passo al magistrale Gary Oldman e nemmeno Sufjan Stevens, il cantautore che ha firmato “Mistery of Love“, il pezzo candidato come migliore canzone. A rubargli la statuetta è stato Miguel che ha firmato la canzone del film Disney / Pixar Coco, “Remeber Me“.

Tutti i premi degli Oscar 2018

Miglior film

La forma dell’acqua

Miglior attore

Gary Oldman per L’ora più buia

Miglior attrice

Frances McDormand per Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Miglior attore non protagonista

Sam Rockwell, Tre manifesti a Ebbing, Missouri 

Miglior attrice non protagonista

Allison Janney per Io, Tonya

Miglior sceneggiatura non originale

Chiamami col tuo nome a James Ivory, per il film di Luca Guadagnino

Miglior regia

Guillermo del Toro, La forma dell’acqua

Miglior documentario

Icarus di Bryan Fogel e Dan Cogan

Miglior costumi

Mark Bridges per Il filo nascosto

Miglior trucco

Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per L’ora più buia 

Miglior sonoro

Richard King e Alex Gibson per Dunkirk

Miglior montaggio sonoro

Mark Weingarten, Gregg Landaker, Gary A. Rizzo per Dunkirk

Miglior scenografia

Paul D. Austerberry, Jeffrey A. Melvin e Shane Vieau per La forma dell’acqua

Miglior film animazione

Coco di Lee Unkrich e Darla K. Anderson

Migliori effetti speciali

John Nelson, Paul Lambert, Richard R. Hoover e Gerd Nefzer per Blade Runner 2049

Miglior montaggio

Lee Smith per Dunkirk

Miglior cortometraggio documentario

Heaven is a Traffic Jam on the 405 di Frank Stiefel

Miglior cortometraggio

The Silent Child di Chris Overton e Rachel Shenton

Miglior fotografia

Roger Deakins per Blade Runner 2049

Miglior colonna sonora originale

Alexandre Desplat per La forma dell’acqua

Miglior canzone a Remember me

Kristen Anderson-Lopez, Robert Lopez in Coco

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli