Approvato il Def senza i bersaniani. Giachetti: “Mdp è irrilevante”

Focus

Tra i sì anche quello del cinquestelle Nicola Morra che dichiara di aver votato a favore per “errore materiale”

Approvato in Senato con 181 voti lo scostamento sui conti pubblici previsto dal Def. La risoluzione di maggioranza alla nota di aggiornamento al Def è stata invece approvata con 164 sì, 108 no e un solo astenuto. Tra i voti a favore anche quello del cinquestelle Nicola Morra che ha dichiarato di aver votato sì per “errore materiale”.

I senatori di Art.1-Mdp sono usciti dall’aula di Palazzo Madama durante il secondo dei due voti, ma questo non ha comunque impedito l’approvazione del testo, dato che la maggioranza semplice necessaria era di 137 voti.

Un duro attacco ai bersaniani arriva dal vicepresidente della Camera Roberto Giachetti via Twitter.

“Le scelte di politica economica del governo hanno ottenuto nei voti di stamattina al Senato un primo importante riconoscimento politico, alla luce di indicatori economici che tornano finalmente incoraggianti e di fronte a dissensi sullo scostamento dagli obiettivi di bilancio che appaiono francamente inspiegabili”, ha dichiarato la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro. “Non posso che esprimere soddisfazione per l’approvazione della risoluzione di maggioranza sulla nota di aggiornamento al Def – ha aggiunto la ministra – all’interno della quale sono contenuti anche espliciti e impegnativi riferimenti a temi sollevati nei giorni scorsi, che il governo terrà nella dovuta considerazione”.

 

Vedi anche

Altri articoli