Zingaretti: “Alle prossime elezioni Pd unica alternativa alla Lega”

Focus

Il segretario dem: “In un’Italia dove prevale l’io voglio dimostrare che si vince se prevale il noi e la condizione di vita delle persone”

“Non so quando ci saranno le prossime elezioni, ma credo che ci saranno due alternative: o Lega o Pd, o di qua o di la”. E’ questo il succo dell’intervista di Nicola Zingaretti alla trasmissione di Rai Tre Agorà.

Nel corso dell’intervista il segretario dem ha parlato del fallimento del governo, ormai riconosciuto anche da chi ne fa parte: “Chi ha visto ieri sera i telegiornali ha visto, purtroppo, lo dico da italiano, la verità: questo Paese non ha più una maggioranza, l’esperimento iniziato 13 mesi fa è fallito. Fino a che lo dicevamo noi eravamo antipatici, adesso lo dice anche Salvini: welcome, benvenuto, adesso siate coerenti. Per favore non cominciamo con un agosto in cui si sparano balle dalla mattina alla sera e non cambia niente, perché questo lo pagano gli italiani”.

E poi ha ribadito la volontà del Partito democratico di andare ad elezioni anticipate nel caso non ci fosse più una maggioranza parlamentare: “Se non c’è una maggioranza parlamentare bisogna andare al voto. Ci hanno portato a questa situazione drammatica, ora hanno paura e stanno facendo la sceneggiata che stanno facendo. Questo lo dicevamo solo noi fino a 48 ore fa, ora lo dicono anche loro”.

Su Salvini e sui suoi comportamenti marittimi Zingaretti ha le idee chiare: “Io non sono uno snob: Salvini può fare quello che gli pare, andare al Papeete, con la pancia di fuori… Quello che vuole. Gli chiedo però finché prende i soldi dei cittadini di fare il ministro dell’Interno e occuparsi della sicurezza dei cittadini”.

Sul Pd il segretario dem parla del partito del noi: “Sono contro l’egocrazia, sono per la democrazia. In un’Italia dove prevale l’io voglio dimostrare che si vince se prevale il noi e la condizione di vita delle persone. Dicevano ‘il Pd è finito’ e dopo le europee siamo diventati il secondo partito, alle primarie non doveva votare nessuno, e ai gazebo sono andati 1,6 mln di persone. Alle prossime elezioni – ha aggiunto – metteremo in campo una proposta politica credibile e candideremo la persona che può vincere di più”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli