Zingaretti: “Da lunedì in viaggio nell’Italia che produce e soffre”

Focus

Il segretario del Pd al termine della prima riunione della nuova segreteria: “Spirito positivo e proiettato all’esterno, dobbiamo difendere gli italiani”

“Oggi c’è stato un nuovo passo della nostra iniziativa, con la prima riunione della segreteria, per iniziare a lavorare in maniera collegiale, con spirito positivo e proiettato all’esterno: dobbiamo difendere gli italiani dal pericolo rappresentato da questo governo”.
Lo ha detto il segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti al termine della riunione della nuova segreteria dem, oggi riunita per la prima volta al Nazareno.

“Mai si era vista una situazione così preoccupante per l’economia – ha aggiunto Zingaretti – e contemporaneamente un caos simile a quello che vediamo al governo . Non c’è un’idea di sviluppo e le forze politiche al governo puntano solo a difendere rendite di posizione“.

“Da lunedì si parte – ha tracciato il percorso il segretario del Pd -, con un viaggio nell’Italia che produce e nell’Italia che soffre, nelle aziende della creatività e che esportano e in quelle in crisi che non ce la fanno ad andare avanti”.

“Il nostro compito è chiaro. Difendere l’Italia dal pericolo costituito da questo governo, che non ha un’idea di sviluppo per il Paese”.

A proposito della situazione della Sea Watch, Zingaretti ha parlato di “ennesima danza macabra sulla pelle di povere persone che vivono sulla propria pelle le contraddizioni del governo”, aggiungendo: “Denuncio l’assenza dell’Italia a sei delle ultime sette riunioni dei ministri dell’Interno dell’Unione europea”.

Tutto questo mentre il governo è “muto” sulle proposte per il Paese e “racconta stravaganti proposte che poi smentisce, come è accaduto sui minibot”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli