Due lezioni di vita dallo sport

Opinioni

Grazie Gray e grazie Brignoli, ci avete ricordato ancora una volta perché lo sport è così meraviglioso

Sono passati alcuni giorni ma vorrei lo stesso condividere due episodi che mi hanno fatto ricordare, ancora una volta, che lo sport è una cosa meravigliosa.

È il 27 novembre, e durante Lione-Tolosa di rugby c’è un uomo a terra che urla dal dolore. È un giocatore del Lione, gli sono saltati i legamenti del ginocchio, ma la partita continua, nessuno se ne accorge. Nessuno tranne Talalelei Gray, australiano del Tolosa, un marcantonio di quasi 2 metri. Invece di approfittare della superiorità numerica, Talalelei si ferma, si inginocchia davanti al suo avversario dolorante e si mette carponi, facendogli da scudo col suo enorme corpaccione, per evitare che sia travolto dagli altri giocatori.

È il 3 dicembre, a Benevento e nella quindicesima giornata del campionato di calcio di serie A, il Milan, come da pronostico, sta battendo i padroni di casa per 2-1. Il Benevento ha perso le precedenti quattordici, e quando manca una manciata di secondi alla fine, tutti pensano che anche questa partita finirà come le altre. Tutti tranne Alberto Brignoli, portiere del Benevento, che sull’ultima punizione decide di abbandonare la porta e puntare verso l’area avversaria. E quando vede la palla calciata dal suo compagno arrivare a un paio di metri da lui, pensa che il destino può cambiare. Chiude gli occhi, salta con la forza della disperazione: tuffo, colpo di testa perfetto in torsione, e palla nell’angolino, lì dove il collega Donnarumma può arrivare solo con uno sguardo incredulo.

A Lione Talalelei Gray ci insegna che un avversario è sempre e solo un avversario, mai un nemico. E che le regole del rispetto e dell’umanità non si sospendono, nemmeno quando ci si batte gli uni contro gli altri. A Benevento Brignoli ci insegna che quando credi nei tuoi mezzi non esiste classifica, non esistono ruoli, non è mai troppo tardi e nessun destino è ineluttabile.

Grazie Gray e grazie Brignoli (e dirlo da milanista mi costa fatica). Ci avete ricordato ancora una volta perché lo sport è così meraviglioso.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli