Il Pirellone, Maroni e la scritta Family Day? Strumentalizzato un simbolo di tutti

Opinioni

Il segretario regionale PD Lombardia commenta l’ennesima forzatura al Pirellone dove è apparsa la scritta Family Day

Ieri sera inoltre a Milano è andata in scena l’ennesima forzatura al Pirellone. Maroni, facendo illuminare sulla facciata del grattacielo la scritta “Family day” ha deciso di strumentalizzare deliberatamente la casa di tutti i lombardi per politiche di parte. Le piazze si rispettano sempre, è la democrazia. La si può pensare diversamente ma non si può e non si deve utilizzare la sede istituzionale e uno dei simboli di Milano per discriminare anche solo un cittadino che essa deve rappresentare. Insomma sono bastate poche luci per discriminare tante persone e strumentalizzare un simbolo che appartiene a tutti e di cui siamo orgogliosi: il Pirellone.

Per questo oggi sarò in piazza a Varese per partecipare alla mobilitazione nazionale‪ #‎svegliatitalia‬. Credo fermamente che anche l’Italia, al pari degli altri paesi europei, si debba dotare di una legge che dia riconoscimento giuridico, definendo diritti e doveri, alle unioni civili. Il disegno di legge Cirinnà per l’ampliamento delle libertà fondamentali è in questo senso una conquista. Per questo, pur nel rispetto delle sensibilità che animano il partito, tanti rappresentanti dei democratici lombardi saranno presenti in tutta la regione alle manifestazioni organizzate a sostegno di questa legge.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli