Dalle pagine del Tempo un corale “viva il duce”

Opinioni

La discutibile prima pagina del giornale romano e l’editoriale di Veneziani che accusa la sinistra di aver ridato vita alla figura del dittatore

Una provocazione? Un modo per vendere qualche copia in più? Il Tempo oggi dedica l’apertura della sua prima pagina a Benito Mussolini. Il titolo: “L’uomo dell’anno”.

Sfogliando il giornale, gli articoli dedicati al duce sono più di uno. Oltre all’editoriale di Marcello Veneziani dal titolo “E’ molto più vivo Lui dei nostri politicanti”, nel quale il giornalista sostiene che la sinistra – dai politici ai giornali – abbia puntato tutto sulla lotta a una figura che ormai, secondo lui, appartiene al passato. E il risultato, per Veneziani, è che Mussolini in questo modo sia tornato in auge grazie alla sinistra. Dopotutto, aggiunge il giornalista, di politici che possano essere eletti “uomo dell’anno” non ce ne sono.

A sostegno della sua tesi De Leo che dedica altre due pagine ai fatti di quest’anno: dal saluto romano del giocatore di calcio a Marzabotto al risultato elettorale di CasaPound a Ostia, dalla manifestazione dopo la “bravata” (questo è il termine scelto dal giornalista) degli skinhead a Como allo stabilimento di Chioggia dedicato al duce. Immaginiamo che vengano considerate tutte bravate, cose da poco, di cui non preoccuparsi. Dei nostalgici e nulla più che secondo il Tempo sono finiti “nel mirino” della legge Fiano.

E per concludere in bellezza, anche un commento di Massimiliano Lenzi su Mussolini giornalista e di quanto fosse meglio lui di tanti direttori di oggi. Che poi molti giornali abbiano dovuto chiudere o informare clandestinamente è un dato secondario, evidentemente.

Secondo Veneziani & Co. la sinistra non ha fatto altro che ridare vita a Mussolini. “L’effetto assurdo di questa campagna antifascista è che inavvertitamente si conclude con un corale: viva il Duce”, scrive Veneziani. Peccato che il Tempo abbia dimenticato un articolo sui treni in orario o sulle bonifiche; l’operazione nostalgia sarebbe stata completa.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli