Ancora Visco

Opinioni

Quello che era parso il pasticciaccio brutto di via Nazionale arriva dunque a soluzione. Nel rispetto delle regole

Si chiude dunque il caso Visco con la soluzione che da tempo era la più probabile: e quindi Visco succederà a Visco.

Da molto tempo prima della discussa “parlamentarizzazione” della vicenda, con l’approvazione alla Camera della mozione del Pd che chiedeva novità, era noto infatti che nel triangolo Quirinale-palazzo Chigi-Francoforte era maturata la scelta della continuità.

Renzi ha provato a riaprire la questione è ha pensato di farlo non con manovre felpate ma con un atto parlamentare. Forzatura? Ingenuità? Ciascuno ha la sua opinione. Quel che è certo è che tutta la vicenda, compresa la evidente distanza fra Renzi e Gentiloni, si è svolta alla luce del sole, davanti agli italiani. Potrà piacere o non piacere ma il segretario del Pd non nasconde come la pensa, anche a costo di entrare in rotta di collisione addirittura con il presidente del Consiglio.

Il quale ha tenuto il punto con grande senso dell’autonomia della istituzione che presiede. Visco volevano lui e Mattarella e Visco sarà, come prescrive la legge che appunto sottrae la nomina del Governatore al gioco politico fra maggioranza e opposizione.

Quello che era parso il pasticciaccio brutto di via Nazionale arriva dunque a soluzione. Nel rispetto delle regole. E nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni e della politica.

 

Vedi anche

Altri articoli