Torna il lavoro a Termini Imerese, il 2 maggio riaprono i cancelli

Opinioni

Una bellissima notizia, il percorso dovrà portare alla piena occupazione dei lavoratori dello stabilimento e al coinvolgimento delle aziende dell’indotto

Finalmente lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese riapre i cancelli per far entrare a lavoro, il prossimo 2 maggio, i primi 20 lavoratori. Una bellissima notizia.

Quanto impegno e quanta fatica per raggiungere questo primo traguardo. Naturalmente la cautela è d’obbligo. Sappiamo che si tratta di una sfida che va vissuta con il massimo rigore. Per vincerla è necessario il contributo di tutti: dalla Blutec al governo, dai lavoratori ai sindacati, dalla regione al comune.

Il progetto industriale deve misurarsi con il più grande obiettivo della produzione di automobili, perché Termini Imerese ha la cultura industriale per raggiungerlo, ed in particolare della produzione di auto ibride, perché l’innovazione deve essere il tratto dominante di questa nuova fase. Bisogna lavorare per creare un distretto industriale dove non ci si limiti alla produzione di componentistica e all’assemblaggio, come avveniva in precedenza.

Il percorso dovrà portare alla piena occupazione dei lavoratori dello stabilimento e al coinvolgimento delle aziende dell’indotto.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli