Travaglio sulla luna: “Il testamento biologico non si fa per colpa dei renziani…”

Opinioni

Il direttore del Fatto fa a pugni con la realtà

Dall’editoriale di oggi di Marco Travaglio: “Non è una fake news che il testamento biologico galleggi tra Camera e Senato da una decina d’anni senza mai diventare legge non perché sia privo di una maggioranza (i M5s sono favorevolissimi) ma perché il Pd è spaccato e i renziani non vogliono scontrarsi con il loro prossimo alleato B.”.

Alle 11.44 esce l’Ansa: “Il biotestamento è legge”.

Poco dopo il sito del Fatto.it esce così:

Potremmo chiuderla qui. Senonché, immaginiamo che il direttore del Fatto direbbe: “Ma io volevo dire che la legge era ferma da anni ecc.ecc.”. Vero: dai tempi di Eluana Englaro sono passati troppi anni. Vero: ci sono state moltissime resistenze, specie da parte dei conservatori. E’ semplicemente vergognoso però non riconoscere al Pd di aver fatto approvare la legge alla Camera ad aprile portandola poi, non senza una certa tenacia da parte del capogruppo Zanda, in Senato.

L’amico Travaglio – senza ironia – dovrebbe trovare non dico un po’ di obiettività ma un minimo di equilibrio. Torna sulla Terra, Marco.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli